Roma: turista olandese picchiata e stuprata

Il soggiorno a Roma si è trasformato in un incubo per una coppia di olandesi che stava attraversando l'Europa in bici. Picchiati, rapinati e stuprati nella notte a Ponte Galeria, sulla Portuense. I due sono ricoverati all'ospedale San Camillo con gravi lesioni

Roma - Finiscono male le vacanze romane di una coppia olandese. Il soggiorno si è trasformato in un incubo. I due, marito e moglie, 54 anni lui, 52 lei, stavano attraversando l’Europa in bicicletta e avevano deciso di accamparsi a Ponte Galeria, sulla Portuense, per la notte.

Arancia meccanica nella capitale Poco prima dell’una sono stati aggrediti e rapinati da sconosciuti che dopo aver bastonato l’uomo, hanno violentato la donna. I due sono stati soccorsi dai carabinieri di Ostia e ricoverati al San Camillo, con gravi lesioni. La donna è ancora sotto choc, mentre il marito sta cercando di ricostruire l’aggressione con i carabinieri per poter identificare gli aggressori. Sul fatto indagano i militari del nucleo investigativo di Ostia e della compagnia di Ostia.

Controlli Sarebbero due balordi che vivono nella zona di Ponte Galeria, sulla Portuense, alla periferia di Roma, gli autori della brutale aggressione. I due aggressori avrebbero abusato a turno della donna che si trova attualmente ricoverata nell’ospedale San Camillo di Roma. Oltre alla violenza sessuale, subita dalla donna all’interno della tenda, i coniugi sono stati colpiti più volte con mazze. In particolare, la donna ha riportato varie ferite e fratture al volto: i medici del San Camillo hanno riscontrato, infatti, la rottura della mandibola. Dopo l’aggressione i balordi sono fuggiti a piedi.

Identikit Secondo quanto riferito dal marito, i due cicloturisti, nella serata di ieri volevano raggiungere un camping nella zona di Ostia. Intorno alle 21, però, hanno deciso di fermarsi sia per la stanchezza che per evitare il rischio di essere investiti, a causa dell’oscurità, dalle auto che sfrecciano sulla via Portuense. In queste ore i carabinieri della compagnia di Ostia hanno controllato varie persone che vivono nella zona dove è avvenuta l’aggressione nel tentativo di individuare gli autori della violenza grazie alla descrizione fornita dall’uomo.