Bimbe avvelenate dalle bacche all'asilo: "Nessuno le ha tolte"

Le due piccole hanno ingerito delle bacche di pan di serpe contenenti veleno nel giardino dell'asilo nido. Una delle madri aveva già segnalato tutto

Hanno colto e ingerito delle bacche di pan di serpe contenenti veleno nel giardino dell'asilo nido. Due bimbe di tre e due anni e mezzo hanno così rischiato di morire.

L'episodio è accaduto all'asilo nido Il lirio d'oro, una struttura con 69 bimbi sulla Portuense, adiacente all'ingresso nord della Fiera di Roma.

Come riporta il Messaggero, una delle due bimbe, in lacrime e con la bocca gonfia, è riuscita a dare l'allarme alle maestre. L'altra invece è rimasta in un angolo dove stava rischiando di soffocare.

L'ambulanza, subito chiamata, ha impiegato 45 minuti per arrivare. Per fortuna le due piccole sono state soccorse in tempo: terapie e flebo hanno bloccato l'avvelenamento e ora le bimbe stanno recuperando.

"Ero disperata, mia figlia poteva entrare in coma", ha raccontato la mamma di una delle bambine. Ora il giardino è stato chiuso e i genitori delle piccole denunceranno il Comune. La Procura aprirà così un fascicolo per i reati di abbandono di incapace e lesioni.

Un anno fa, una delle due mamme aveva già segnalato tutto. "Non abbiamo i mezzi e il Municipio non ha mai fatto schifo come in questi ultimi due anni", le aveva risposto il Servizio giardini.

La pianta

Tutte le parti dell'Arum italicum, conosciuto anche come pan serpe, sono velenose. I bambini sono spesso attratti dalle sue bacche rosse che, se ingerite, creano immediato dolore alla bocca e possono portare anche alle morte.

Commenti
Ritratto di navajo

navajo

Dom, 23/06/2019 - 12:09

una volta c'era tutta una lista di piante tossiche e/o velenose che non potevano essere piantate nelle scuole o nelle loro vicinanze. Dall'oleandro al ricino, allo stramonio. Non so se queste disposizioni sono ancora in vigore.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 23/06/2019 - 14:08

Io penso che nei giardini degli asili bisognerebbe avere più attenzione nel colocare piante "velenose". Ciò premesso, ogni "pianta" dovrebbe essere fatta conoscere ai ragazzi insegnando loro rispetto, pericolo e utilità, con la natura si deve convivere.

Divoll

Dom, 23/06/2019 - 17:33

@ navajo - Al tempo in cui andavo al liceo, questo era tutto circondato da oleandri, ma sapevamo fin da piccoli che erano velenosi e non andavano toccati, nessuno si e' mai sentito male. Oggi, quando i bambini e i ragazzi sono iper-protetti, si pensa solo a eliminare eventuali pericoli, invece di istruire su come evitarli. Piccole mozzarelle crescono.

maxxena

Dom, 23/06/2019 - 19:55

..ne uccide più l'ignoranza delle armi da fuoco...ci sarà un "responsabile" del verde intorno a questo asilo?

Divoll

Dom, 23/06/2019 - 20:04

"Una delle madri" poteva anche spiegare per bene alla bambina di non avvicinarsi mai a quella pianta e che a mangiarne le bacche si muore. Lo ha fatto?

mariolino50

Dom, 23/06/2019 - 20:04

Con tutte le piante che ci sono proprio quelle ci dovevano mettere, nel mio non ci sono piante velenose, ma aromatiche buone in cucina, facciano le siepi di rosmarino e alloro.

corto lirazza

Lun, 24/06/2019 - 07:30

Non hanno i mezzi per strappare alcune piante. Forse perchè se ne stanno con le mani in mano...

ruggerobarretti

Lun, 24/06/2019 - 08:01

Concordo con Divoll.

_SeReN@_

Lun, 24/06/2019 - 08:19

Le bacche non stavano nel giardino del nido, ma sul territorio confinante, in mezzo all'erba altissima che non è stata tagliata nonostante le numerosissime segnalazioni dei genitori e della direzione del nido. Purtroppo, la distanza dal giardino recintato è stata talmente poca, che le bimbe hanno potuto raggiungerle allungando le mani