Colpo in galleria d’arte: rubata opera da 12mila euro

Un uomo di circa sessant’anni ha portato via l’opera dell’artista persiano, Howtan Re, durante un vernissage. Il ladro è stato arrestato dai carabinieri

Furto aggravato. Un 61enne romano si confonde tra gli invitati a un vernissage e ruba un’opera d’arte del valore di 12mila euro. La ripone in una sacca, la mette a tracolla, e se la porta via. Accade nella galleria d’arte Howtan Space, in Via dell’Arco de’ Ginnasi, nel pieno centro di Roma (vicino largo Argentina).

La scultura, una delle celebri “teste” dell’artista persiano, Howtan Re, bianca e ricoperta di piccoli dadi da gioco, era esposta insieme ad altri manufatti dell’artista in occasione della mostra della fotografa Luigia Greco. A poche ore dal furto i carabinieri della stazione Roma Piazza Farnese hanno recuperato la scultura rubata, identificando e denunciando il responsabile.

Le indagini dei carabinieri (coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro) sono partite subito dopo la denuncia del titolare della galleria. Gli agenti hanno analizzato le immagini del sistema di videosorveglianza e le testimonianze delle persone presenti. Ciò ha consentito di fare terra bruciata intorno al responsabile del furto che messo alle strette ha confessato e restituito l’opera.

Insomma, le ricerche avrebbero imboccato da subito una pista concreta. Il furto è stato scoperto dallo stesso Howtan Re che si apprestava a descrivere le sue creazioni al pubblico presente al vernissage, composto anche da personaggi del mondo del cinema e della cultura. Non appena l’artista si è reso conto che era rimasta solo la “testa” nera, gemella di quella rubata, ha immediatamente dato l’allarme.

Una pattuglia dei carabinieri è giunta sul posto in una manciata di secondi dato che si trovava già nella zona per alcuni controlli. Una “battuta” in zona ha dato esito negativo, ma il ladro non è comunque andato molto lontano.