Degrado Capitale, 50enne scivola sui rifiuti: "Tagli alle mani e dolori al torace"

Brutta avventura per un residente della Magliana che è caduto su una catasta di rifiuti. A causa dell'impatto si è ferito alle mani e ha cominciato ad accusare dolori al petto

I cumuli di immondizia che ancora svettano lungo le strade dei quartieri romani non fanno male solo alla vista. C'è anche il caso che si trasformino in un pericolo per l'incolumità dei pedoni al pari di buche e avvallamenti. Non si tratta di una mera eventualità.

Lo dimostra la storia di un residente della periferia sud-ovest della Capitale, che due giorni fa è incappato in una brutta disavventura proprio a causa del degrado che tiene in ostaggio i marciapiedi della città. La vicenda è avvenuta in via della Magliana Nuova, all'altezza del civico 453. "Ero appena sceso dall'auto – racconta a IlGiornale.it Fabio, 50 anni – e stavo rientrando a casa". Il percorso di sempre però l'ha tradito. "Sono scivolato su un tappeto di vetri di rotti e mi sono andato a schiantare su un mucchio di tavole di legno abbandonate in strada".

Per proteggersi Fabio ha messo le mani in avanti e si è procurato numerosi tagli ed escoriazioni. Ma quello che lo preoccupa di più sono i dolori al torace affiorati il giorno dopo lo schianto: "Quando respiro mi fa male il petto, nella migliore delle ipotesi – dice – potrebbe trattarsi di una forte contusione ma c'è anche il rischio che mi sia rotto una costola". Per fugare ogni dubbio domani andrà a fare una lastra toracica. "Se una cosa del genere fosse capitata ad un bambino o a un anziano non oso immaginare quali sarebbero state le conseguenze", denuncia. "Nei giorni scorsi – aggiunge – quell'ammasso di rifiuti era già stato oggetto di una segnalazione all'Ama, ma nessuno è venuto a recuperarlo".

Immediata è arrivata la solidarietà degli esponenti locali della Lega. "Ci auguriamo che la situazione possa tornare alla normalità il prima possibile con la rimozione dei rifiuti lungo le strade e i marciapiedi della Magliana, auspicando che episodi come questi, causati dalla cattiva gestione del territorio da parte degli enti preposti, non si ripetano", scrivono in una nota i leghisti Daniele Catalano e Matteo Maione, rispettivamente capogruppo in Municipio XI e coordinatore territoriale.

Commenti
Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mer, 25/09/2019 - 18:38

Tutto gratis, ringraziando l'efficienza e la rivoluzione grillina. Ma a Roma ve la siete scelta voi ........

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 26/09/2019 - 08:47

Manco quando gli Alleati bombardarono Roma lanciando ordigni di ogni tipo vi fu un rischio letale simile.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 26/09/2019 - 09:43

essendo capitale deve primeggiare anche nella...munnezza!!