Dopo insulti e minacce, cerca di investire la ex compagna

Prima le minacce, gli insulti e le aggressioni verbali, poi il tentativo di investire la ex compagna. È stato arrestato dai carabinieri un 40enne di Labico

Un uomo ha cercato di investire la ex compagna ed è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia. Alla richiesta di aiuto della donna hanno risposto i carabinieri. Il fatto è accaduto qualche giorno fa a Labico, un comune in provincia di Roma.

L’autore dell’assurdo gesto è un uomo di 40 anni con precedenti, originario di Labico. La ex compagna era scappata per raggiungere la caserma dei carabinieri nel tentativo di chiedere aiuto. A bordo della propria auto il 40enne avrebbe inseguito la donna, cercando di investirla.

I carabinieri della Stazione di Labico hanno interrotto la lite che era in corso tra i due, soccorrendo la donna. I militari hanno raggiunto i due e bloccato immediatamente l’aggressore. Il 40enne è stato trovato in possesso di un coltello da cucina con una lama di 13 centimetri. Lo stesso coltello sarebbe stato usato poco prima per minacciare la ex compagna.

La fuga della donna era solo l’ultimo atto di una vita fatta di minacce e insulti. Oltre a ricostruire quello che era appena accaduto, infatti, i carabinieri hanno scoperto alcuni fatti che erano avvenuti in precedenza. Sembra che negli ultimi tre anni il rapporto tra i due andasse avanti a suon di insulti, minacce e aggressioni verbali dell’uomo verso la ex compagna. La donna avrebbe così cambiato alcune delle sue abitudini. Sarebbe stata costretta perfino a dormire in auto. Con il tempo la situazione è peggiorata, fino all’episodio di qualche giorno fa.

I carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato il 40enne per maltrattamenti in famiglia e lo hanno tradotto presso il carcere di Velletri.