La Raggi smaschera altri "zozzoni": buttavano calcinacci nei cassonetti

La sindaca pubblica un video su Facebook: "Continueremo a multare questi incivili, a Roma chi sporca paga"

Non si ferma la guerra agli "zozzoni", così definiti da Virginia Raggi: si tratta di cittadini romani che con gesti incivili, non adempiendo alle norme ambientali vigenti, continuano a provocare danni alla Capitale. La sindaca questa volta ha pubblicato su Facebook un video che ritrae alcune persone mentre gettano calcinacci all'interno dei cassonetti: "Abbiamo sorpreso altri zozzoni che buttano calcinacci e altri materiali nei cassonetti. Questa volta nella periferia est di Roma, nel quartiere Torpignattara. A segnalare l'episodio è stato un cittadino che ha ripreso tutto con il cellulare e grazie al video gli agenti del nucleo pics ambiente hanno individuato e poi multato questi incivili".

Raggi: "A Roma chi sporca paga"

La prima cittadina ha poi spiegato che è stato possibile risalire agli autori del gesto "grazie alla targa del veicolo. I proprietari sono stati multati con una sanzione di 600 euro." La Raggi ha poi sottolineato: "Ricordo a tutte le imprese edili che per legge devono smaltire i rifiuti in discariche private a pagamento. I cassonetti che si trovano in città sono riservati alle utenze domestiche e non devono e non possono ricevere rifiuti di altro genere".

Inoltre è stato evidenziato che alcuni video non possono essere resi noti perché "sono in corso indagini del Nucleo Pics Ambiente della Polizia Locale" e dunque potranno essere diffusi in rete solamente "quando tutto l’iter investigativo è stato concluso. In altri casi ho deciso di pubblicare video non recenti perché erano immagini significative che ritengo era importante far vedere a tutti per spiegare perché in alcune zone di Roma la situazione dei rifiuti è più complessa di altre zone". "Continuate ad inviare le vostre segnalazioni, noi continueremo a multare questi incivili. A Roma chi sporca paga", ha concluso la sindaca pentastellata.