Regione Lazio, il grillino Barillari porta in Procura Zingaretti

Il consigliere regionale Davide Barillari ha presentato un esposto in procura nei confronti di Nicola Zingaretti, reo di essersi assentato dai lavori dell'Aula per attività di partito e non per impegni istituzionali

Nicola Zingaretti è finito nel mirino del Movimento Cinque Stelle per le sue assenze alla Pisana. Il consigliere regionale Davide Barillari, secondo quanto rivela Il Tempo, ha presentato un esposto a piazzale Clodio per appurare se, durante tre sedute del Consiglio, il governatore del Lazio stesse svolgendo “attività istituzionali” oppure se era impegnato in attività di partito.

Il motivo di tanto interesse è presto spiegato: secondo l’articolo 34 comma 5 del Regolamento dei lavori se l’assenza del consigliere è dovuta ad attività istituzionali, tale consigliere viene “computato come presente ai fini della fissazione del numero legale”. Si tratta di assenze dovute a impegni ricevuti dal Consiglio fuori dalla Pisana e regolarmente autorizzati dall' Ufficio di Presidenza. Zingaretti, però, secondo Barillari, in quelle date, era assente per impegni di partito e non per impegni istituzionali.“Dove sta Nicola Zingaretti? - si chiede Barillari - Nessuno lo sa. In qualità di presidente di Regione, come suo dovere, dovrebbe stare in Aula, in realtà non c' è da quando è stato eletto segretario del Pd, attacca il consigliere grillino che chiede al leader dei dem di fare una scelta: o segretario del Pd o presidente di Regione. E aggiunge: “Il problema è che in Consiglio non c' è mai e quando dice che è assente giustificato per motivi istituzionali, poi scopriamo che è in giro a fare attività di partito”.

Barillari, nello specifico, ricorda che l’8 agosto scorso, alle 21, Zingaretti si trovava in Emilia Romagna per la Festa dell’Unità e qualche ora prima era stato a Bibbiano. Proprio quel giorno i lavori dell’Aula della Pisana sono iniziati alle 11 e terminati alle 3.52 del 9 agosto e, pertanto, l’assenza di Zingaretti potrebbe non essere giustificata. In questo caso verrebbe meno il numero legale per approvare le proposte di legge che quell’8 agosto riguardavano il contrasto al caporalato. Il 29 aprile, invece, Zingaretti si trovava a Casal di Principe per sostenere la candidatura del capolista Pd alle Europee, Franco Roberti. In quella stessa data, alla Pisana, si discuteva sulla finanziaria regionale. Il 5 maggio, infine, il presidente del Lazio ha prima tenuto una conferenza stampa nella sede nazionale del Pd, a largo del Nazareno, per presentare il “Piano per l'Italia” e, poi, è andato a Prato sempre per proseguire la campagna elettorale. Il tutto mentre l'Aula discuteva la Relazione informativa annuale della Giunta. Barillari ha, dunque, chiesto all' Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale e al governatore di specificare gli impegni istituzionali che lo hanno portato lontano dalla Pisana e, poi, non ottenendo una risposta, ha deciso di presentare un esposto in Procura.

Commenti
Ritratto di Gius1

Gius1

Sab, 16/11/2019 - 18:58

Il bue dice cornuto all´asino. Lasciamoli scornare

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Sab, 16/11/2019 - 19:02

Finalmente !!! Anche lo Zingaretto ha perso la castità, caso mai l'avesse mai avuta. Chissà.

HARIES

Sab, 16/11/2019 - 22:17

Ma dai... era assente perchè è dovuto andare in USA per incontrare gli oppositori di Trump. Praticamente sta tentando di fare le stesse cose che faceva Renzi, le classiche ingerenze in casa altrui. E magari tenere buoni gli Americani, qualora si scoprisse che qualche personaggio politico italiano di sinistra ha complottato contro gli USA.

rawlivic

Dom, 17/11/2019 - 12:01

ed i relative spostamenti chi li ha pagati?

antoniopochesci

Dom, 17/11/2019 - 12:28

Vado sempre con i piedi di piombo di fronte a certe notizie. Però mi domando: Zingaretti, Governatore del Lazio a sua insaputa, in quella riunione era presente sì o no? Se era presente, nulla quaestio, ma se era assente ed invece è stato dichiarato presente, è falso ideologico: tertium non datur. Il falso ideologico però è considerato reato mezzo, cioè finalizzato a coprire la verità per altri scopi. Ora la cosa più patettica è che il fratello di Montalbano si impanchi a giudice ed ex cathedra bacchetti per assenteismo la sua "ossessione" al secolo Salvini. Ma anche ammesso ciò, mentre un Ministro ha impegni diciamo così "settoriali" ( la sicurezza in primis ), un Presidente di Regione ha impegni a 360 gradi (sanità, scuola,ambiente, infrastrtture,ecc) che lo dovrebbero impegnare non dico 24 h ma almeno 8h. Già ma lui, segretario PD, ha - nel silenzio dei baciapile de sinistra - il dono dell'ubiquità

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 17/11/2019 - 13:07

Cose di cosa loro.

agosvac

Dom, 17/11/2019 - 13:14

In effetti nell'essere contemporaneamente segretario del PD e Presidente di una Regione importante come il Lazio, ci potrebbe essere un notevole contrasto di interessi!

Frusta2

Dom, 17/11/2019 - 13:25

Apprezzo l’onesta politica di Barillari ,ma sappia che purtroppo ha contribuito SOLO a creare l’ennesimo faldone che riempira’gli archivi dei nostri tribunali.Saprà infatti che ogni dibattimento a carico di un esponente di sinistra sarà apprezzato solo dai topi che infestano le cantine dei tribunali.E Mattarella tace e dorme...