Roma, 17enne spagnola molestata da commesso bengalese: fermato

La giovane turista era appena entrata in un negozio vicino San Pietro in cerca di un ricordo del viaggio nella Capitale, quando è stata raggiunta dal commesso, che l’ha trattenuta nel tentativo di baciarla

Paura domenica scorsa per una studentessa spagnola in gita con la propria classe a Roma. La minorenne, infatti, ha subìto un tentativo di violenza sessuale da parte di un cittadino straniero, fortunatamente già identificato dalle autorità.

Secondo la ricostruzione effettuata dagli inquirenti la giovane, appena 17enne, stava visitando la Capitale quando è entrata in uno dei negozi di via Porta Cavalleggeri, alla ricerca di qualche souvenir. Proprio all’interno dell’esercizio commerciale, la ragazza si è imbattuta nel suo aggressore, un 30enne bengalese, impiegato come commesso nell’attività.

L’extracomunitario ha mostrato subito interesse per la 17enne ed ha cominciato a seguirla in maniera insistente, fino a passare alle vere e proprie molestie sessuali. Ad un certo punto, infatti, è riuscito a bloccare in un angolo la sua “preda” ed ha cercato di baciarla.

La studentessa ha disperatamente tentato di allontanare il 30enne da sé, gridando e chiedendo aiuto ai suoi compagni di classe. Sono stati proprio questi ultimi a salvarla, mettendo in fuga il bengalese.

Immediata la segnalazione alle forze dell’ordine. Ad occuparsi della ragazza spagnola sono stati gli agenti della municipale del Gruppo Aurelio di Roma, che si trovavano nelle vicinanze. I poliziotti hanno raccolto la denuncia della 17enne e le testimonianze dei suoi compagni, per poi mettersi alla ricerca del responsabile. Dopo quasi tre giorni di incessanti indagini ed appostamenti, gli agenti sono finalmente riusciti a catturare il bengalese, scovato nella serata di ieri all’interno di un negozio di via Garibaldi.

Lo straniero è stato pertanto arrestato con l’accusa di violenza sessuale, e portato in questura per le pratiche di identificazione.