Roma, 18enne trovata impiccata con le mani legate in un parco

A notare il corpo della ragazza il custode del giardino Galla Placidia. La giovane italiana era scomparsa da casa ieri sera e pare che, in passato, avesse già tentato il suicidio. Indaga la polizia

È un giallo il ritrovamento, in queste ore, del corpo di una giovane ragazza, impiccata, nell'area del parco Galla Placidia, nell'omonima via nel quartiere Sant'Ippolito, a Roma. Il cadavere della 18enne è stato trovato con le mani legate. In base a quanto riportato da Fanpage, sembra che a fare i nodi sia stata la stessa ragazza, usando i denti. All'arrivo del custode del giardino pubblico, intorno alle 6.45 di questa mattina, la ragazza italiana era ormai senza vita.

Sul luogo del reperimento sono arrivati i poliziotti e gli agenti della Scientifica, che stanno indagando per suicidio. In base alle prime informazioni è emerso che la giovane, in passato, aveva già tentato di togliersi la vita e che ieri sera, intorno alle 21.45, si era allontanata dalla sua abitazione.

Per ora, non si hanno notizie relative alla sua identità, né si conoscono i motivi del gesto. I genitori della giovane non avevano più sue notizie da ieri sera. L'area giochi in cui è stata ritrovata viene chiuso, di norma, intorno alle 19.30 e quindi è molto probabile che la 18enne abbia scavalcato il cancello per entrare.

Commenti

cgf

Gio, 12/09/2019 - 16:06

mani legate, magari dietro alla schiena, suicidio?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 12/09/2019 - 19:10

Le vittime a causa di atti violenti, eredi degli Eroi del Risorgimento ecc., muoiono nei giardini pubblici o impallinate mentre sono in strada mentre quelle straniere vengono trovate in un fosso o nascoste nella boscaglia.