Roma, ambulanti senegalesi aggrediscono agenti durante un controllo

Gli uomini della polizia locale di Roma Capitale erano impegnati in un'operazione di contrasto al fenomeno dell'abusivismo commerciale, ma sono stati circondati da venditori stranieri, che hanno reagito con rabbia. Due senegalesi arrestati attendono il giudizio direttissimo

Fermati per un controllo in pieno centro a Roma, hanno reagito aggredendo alcuni agenti impegnati nell'intervento.

È accaduto durante la mattinata di ieri in piazza del Colosseo, quando gli uomini della polizia locale di Roma Capitale erano impegnati in un'operazione di pattugliamento del territorio mirata alla lotta al fenomeno dell'abusivismo commerciale.

Complessivamente sono stati una ventina i venditori irregolari sottoposti ai controlli durante l'intero arco della giornata. Due di essi, entrambi di nazionalità senegalese, hanno reagito con rabbia ai rappresentanti delle forze dell'ordine.

Davanti ad una folla di turisti e di passanti, i due, spalleggiati da altri stranieri nelle loro iniziali rimostranze, hanno cominciato a gridare insulti di ogni tipo e ad affrontare faccia a faccia i poliziotti che svolgevano il loro dovere. Il tutto in modo palesemente minaccioso.

Le immagini sono state riprese col proprio smartphone da alcuni dei presenti, anche se qualcuno dei venditori ambulanti non ha gradito questo genere di pubblicità, ponendosi dinanzi all'obiettivo come a voler fare da scudo ai propri compagni.

Tra un "vaffanc***" ed un "vai via di qui" urlati con feroce rabbia agli agenti, come riportato poi dalla stampa locale, si è arrivati ad un'aggressione che per i due senegalesi più coinvolti, un 23enne ed un 26enne, ha comportato il fermo. Accusati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, gli africani stanno attendendo dietro le sbarre di una cella di sicurezza il giudizio direttissimo, in previsione quest'oggi nel tribunale di Roma.