Roma, blitz nella roccaforte dello spaccio a Tor Bella Monaca: 16 arresti

I carabinieri di Roma hanno effettuato un blitz nella roccaforte dello spaccio a Tor Bella Monaca, il cosiddetto Ferro di Cavallo, che ha portato all'arresto di sedici persone

I carabinieri di Roma hanno condotto nella prima mattinata di oggi un vasto blitz antidroga a Tor Bella Monaca, nella periferia est della capitale. Intorno alle 5,30 di questa mattina, infatti, è scattata un'importante operazione nella roccaforte dello spaccio del quartiere, il cosiddetto Ferro di Cavallo, dove in in breve tempo sono giunti elicotteri e volanti dei carabinieri.

A compiere il blitz sono stati i militari del Gruppo di Frascati, che a seguito di diverse indagini hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sedici persone, emessa dal G.I.P del Tribunale di Roma su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. I soggetti in questioni farebbero tutti parte di un'organizzazione criminale dedita al traffico di cocaina e alla detenzione illegale di armi da sparo clandestine. A far partire le indagini è stata la denuncia di un uomo, che ha raccontato agli agenti di essere stato vittima di diverse estorsioni da parte del fratello del defunto boss di Tor Bella Monaca, Vincenzino Moccia, morto in carcere nel 2008.

Dopo la denuncia dell'uomo, i carabinieri hanno iniziato un'attività investigativa più ampia e approfondita, portata avanti sotto la direttiva della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Gli uomini dell'Arma hanno così scoperto l'esistenza di un vero e proprio sodalizio criminale costituito da giovani malviventi residenti nella zona. Il gruppo era dedito allo spaccio di droga nella zona di Via Archeologia, meglio conosciuta nel quartiere come Ferro di Cavallo. Questa area di Roma è divenuta da tempo una roccaforte importante dello spaccio, in particolare di cocaina, e già in passato diverse persone sono finite in manette.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?