Roma, cittadino della Guinea aggredisce due ragazzi e morde un agente

Lo straniero ha avvicinato i due ragazzi di 28 anni tentando di appropriarsi della fotocamera digitale di uno dei due. Un agente libero dal servizio è quindi intervenuto ed è stato morso

Stavano passeggiando per Piazza Vittorio Emanuele II a Roma, due ragazzi di 28 anni che sono stati raggiunti da uno straniero cittadino della Guinea che ha tentato di sottrarre a uno di loro la macchinetta fotografica. I ragazzi, uno di Spoleto e l'altro di Morlupo, hanno dunque reagito e ne è nata una colluttazione. Un agente della Polizia di Stato fuori servizio ha notato il tafferuglio che si stava generando ed è quindi intervenuto tentando di salvare i due ragazzi dalla furia del guineano. Quest'ultimo, senza fissa dimora e con precedenti penali, nonostante il poliziotto si fosse qualificato come tale non ha desistito e si è scagliato anche contro di lui. Lo ha morso al braccio tentando di fuggire, riferisce Roma Today, ma alcuni passanti hanno provveduto a chiamare il 112 e la centrale operativa ha fatto convergere tutte le pattuglie nei paraggi verso Piazza Vittorio Emanuele II.

Lo straniero è stato quindi arrestato, con non poche difficoltà, e gli aggrediti sono stati soccorsi. Al poliziotto è stata data una prognosi di cinque giorni mentre a uno dei ragazzi di sette. Il cittadino della Guinea è stato quindi tradotto nel carcere di Regina Coeli con l'accusa di tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale in attesa della decisione dell'Autorità Giudiziaria. Il guineano era già noto alle forze dell'ordine perché aveva precedenti.