Denunciate tre persone per maltrattamento di animali

Tre cittadini rumeni sono stati denunciati dai carabinieri per aver maltrattato e tenuto in precarie condizioni igienico-sanitarie tre cani, legati e circondati da escrementi

Denunciate a Roma tre persone per aver maltrattato e tenuto in condizioni igienico-sanitarie precarie tre cani di razza meticcia.

Sono stati denunciati a piede libero con l’accusa di maltrattamento di animali tre cittadini rumeni con precedenti: due donne di 23 e 47 anni, e un giovane di 23 anni. Le denunce hanno seguito un controllo effettuato dai carabinieri della Stazione Roma Prima Porta, con la collaborazione del medico veterinario della Asl competente.

A notare le condizioni precarie in cui vivevano i tre meticci sono stati proprio i carabinieri, nel corso delle consuete attività di controllo del territorio. I militari hanno provveduto a segnalare la situazione alla Asl di competenza, con il conseguente invio sul posto di un medico veterinario per effettuare un controllo. Il veterinario ha riscontrato che i tre animali vivevano effettivamente in condizioni difficili e con gravi carenze igienico-sanitarie.

I tre cani passavano le loro giornate legati rispettivamente a una catena, a un albero e alla carcassa di un’auto precedentemente incendiata. Nell’area dove vivevano i tre animali sono stati ritrovati numerosi escrementi.

Tutti e tre sprovvisti di microchip, gli animali sono stati sequestrati e affidati al canile comunale di via della Maglianella. Considerate le precarie condizioni in cui versano, saranno sottoposti alle adeguate cure veterinarie.