Roma, drone sopra il Colosseo. Nei guai un turista 28enne

Un turista 28enne peruviano è stato denunciato dalle forze dell'ordine dopo essere stato beccato a pilotare un drone sopra il Colosseo tentando di girare un video spettacolare del monumento

Ha tentato di fare un filmino del Colosseo dall'alto durante le sue ferie a Roma: a finire nei guai un turista peruviano di 28 anni il quale è stato denunciato per "divieto di sorvolo" dalle forze dell'ordine capitoline che lo hanno beccato mentre stava riprendendo dall'alto il monumento. Non è il primo a tentare una ripresa dell'Anfiteatro Flavio. Il giovane si trovava all'interno del Colosseo quando i carabinieri lo hanno notato armeggiare con un grosso telecomando. Si sono così accorti che il ragazzo stava controllando da remoto un apparecchio che in questo caso si è rivelato essere un drone. Hanno dunque notato il velivolo volare abusivamente sopra l'arena. Immediata la denuncia, si legge sul Roma Today mentre il drone è stato sequestrato.

Sono sempre di più i turisti che non si rendono conto del divieto, per motivi di sicurezza, di utilizzo di droni all'interno di aree sensibili come il Circo Massimo. Quasi ogni settimana qualcuno viene denunciato per divieto di sorvolo e tutti rientrano a casa con una bella denuncia sulle spalle. Proprio l'utilizzo dei droni sta diventando un vero problema essendo tra le denunce formalizzate maggiormente dagli agenti insieme ai "bagni abusivi" nelle fontane romane.

Commenti

magnum357

Sab, 07/09/2019 - 14:33

E' sufficiente fare i controlli all'ingresso dell'area monumentale ! Non ci vuole una laurea per capirlo !!!!!

Zizzigo

Sab, 07/09/2019 - 16:45

Il divieto di sorvolo non vale per i piccioni, i gabbiani, i tordi e simili, le zanzare, i coleotteri in genere e l'uomo proiettile... forse i turisti non sanno che sono in Italia... un paese con la piorrea ai neuroni...