Infarto dopo la corsa per non perdere il treno: salvato 33enne indiano

Dramma sfiorato nella stazione di Roma Termini. Un 33enne indiano accusa un malore dopo essere salito di corsa su un treno diretto a Napoli. L’uomo è stato salvato dall’intervento di un sanitario del 118 fuori servizio

Una corsa in stazione per non perdere il treno, il malore ed il salvataggio in extremis. Qualcuno ha chiamato quello che è accaduto lo scorso sabato all’interno dello scalo ferroviario di Roma Termini come il “miracolo di Pasqua”.

E non a caso. La storia, che ha come protagonista un cittadino indiano di 33 anni, ha avuto un lieto fine grazie all’intervento di un operatore del 118 fuori servizio che si trovava in stazione.

Come riporta Roma Today, il dramma evitato ha avuto inizio intorno alle 20 al binario 14. Un immigrato, dopo una disperata corsa, riesce a salire su un convoglio diretto a Napoli pochi istanti prima delle chiusure delle porte. Lo sforzo effettuato, però, viene pagato dall’uomo a caro prezzo.

Il passeggero, infatti, accusa un malore e crolla a terra esanime. Immediatamente scatta la richiesta di soccorsi, attivata anche grazie all'altoparlante. In pochi secondi, sul luogo si precipita un giovane del 118, ancora in divisa, che presta al viaggiatore i primi, fondamentali, soccorsi.

Il sanitario "aveva da poco finito il turno" ha raccontato una passeggera del treno. "Per oltre 10 minuti ha praticato disperatamente un massaggio cardiaco. Ad un certo punto gli hanno portato il defibrillatore, credo sia stato decisivo".

Dopo l'attivazione del numero unico per l'emergenza è giunta sul posto un'ambulanza che ha proseguito il massaggio. "L'intervento sarà durato in tutto una mezz'ora. L'abbiamo visto riprendersi. Quando ci hanno detto che il cuore è ripartito qualcuno ha iniziato ad applaudire".

L’uomo, rianimato sul posto, è stato trasportato in codice rosso all'Umberto I. Le sue condizioni, secondo quanto si apprende, ora sarebbero sotto controllo.

Quando è stato confermato il buon esito del salvataggio del 33enne, i passeggeriche in quel momento affollavano la stazione di Roma Termini hanno gioito applaudendo con entusiamo i soccorritori.