Motociclista passa col rosso, poi aggredisce il vigile che lo insegue

Un centauro di 46 anni su via Cristoforo Colombo non ha prima rispettato il semaforo e poi i tentativi di due agenti in motocicletta di fermarlo. Bloccato all'altezza della Garbatella si è scagliato contro una agente, finita in ospedale

Un’infrazione stradale che si è trasformata in un’aggressione a pubblico ufficiale. E’ successo nella giornata di ieri, martedì 21 maggio, su via Cristoforo Colombo quando un motociclista è prima passato col rosso e poi si è scagliato contro una delle agenti della Polizia Locale che lo stavano inseguendo. Sono stati veri e propri minuti di follia in cui ad avere la peggio è stata una agente rimasta ferita a seguito della colluttazione col centauro che ha letteralmente dato in escandescenze per una multa.

Tutto è cominciato quando l’uomo, un 46enne romano, a bordo della sua moto è sfrecciato col rosso su via Cristoforo Colombo, all’altezza di viale Marco Polo, proprio davanti agli occhi delle due agenti in servizio sulle loro motociclette. Immediatamente è partito l’inseguimento, col motociclista chiamato a più riprese ad accostare. Nulla da fare, fino a quando il centauro è stato bloccato all’altezza di via Capitan Bavastro, nel quartiere Garbatella. Qui, le due motocicliste del GPIT (Gruppo Pronto Intervento Traffico), dopo aver richiesto i documenti all’uomo hanno proceduto a multarlo.

Ma proprio in quegli attimi è partita la furia ceca del motociclista che ha iniziato ad inveire e ad accanirsi prima contro una moto di servizio, rompendo la muffola, poi contro una delle due agenti, tentando in un secondo momento anche la fuga. L’uomo è però stato immobilizzato e arrestato: dovrà ora rispondere all’Autorità Giudiziaria di reati per lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltre che per danneggiamento. L’agente aggredita, invece, è stata trasportata in ospedale per le cure mediche del caso.