Roma, nigeriano tenta di sottrarre pistola a poliziotto: arrestato

Per sottrarsi ad un controllo, un nigeriano di 20 anni con precedenti ha prima tentato la fuga e poi ha aggredito, ferendolo, un poliziotto

La grande professionalità di un poliziotto ha evitato, nel pomeriggio di ieri, il verificarsi di aggressione che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche per la vita di agenti impegnati a garantire la sicurezza dei cittadini.

Come riporta Il Messaggero, la violenza si è svolta in via Ricasoli, nel quartiere Esquilino a Roma. Una pattuglia ha notato la presenza di un gruppetto di persone intente nel commercio di oggetti rubati, che, alla vista delle forze dell'ordine si è allontanato velocemente. Gli agenti, dopo un inseguimento, sono riusciti a bloccare un fuggitivo, S.R., nigeriano di 28 anni.

L’immigrato non si è arreso e per divincolarsi non si è fatto scrupolo di scagliarsi con violenza contro i poliziotti che tentavano di bloccarlo. Nella colluttazione, lo straniero ha anche cercato di levare la pistola ad un agente. L’esagitato, però, non è riuscito nel suo intento perchè il poliziotto, aiutato dal collega, con prontezza di riflessi ha reagito evitando che il malvivente si impossessasse dell'arma. In preda alla rabbia, il ragazzo ha danneggiato un'auto parcheggiata e, successivamente, anche una volante.

L’extracomunitario, reso inoffensivo con grande difficoltà, è stato dichiarato in stato di arresto con l’accusa di lesioni a pubblico ufficiale. Da accertamenti è risultato che il fermato aveva già precedenti. Il poliziotto aggredito è stato costretto a ricorrere alle cure mediche per ferite giudicate guaribili di 10 giorni.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?