Roma, scoperta piantagione di marijuana a due passi da Villa Adriana

I carabinieri di Roma hanno scoperto e sequestrato una grossa piantagione di marijuana a due passi dal sito unesco di Villa Adriana: tre persone sono finite in manette per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti

I carabinieri del Nucleo Operativo di Roma hanno scoperto e sequestrato una grossa piantagione di marijuana a due passi dal sito unesco della Villa di Adriano, in zona Colli Santo Stefano. Gli agenti hanno scoperto ben 12 piante di marijuana all'interno dell'abitazione di uomo romano di 56 anni, che aveva messo su un vero e proprio "marijuana farm" insieme ad altri due complici, una donna di 49 anni di Nettuno e un 69enne originario della provincia de L'Aquila.

All'interno dell'abitazione dell'uomo, situata a pochi passi dal famoso sito unesco di Roma, i carabinieri hanno scoperto un laboratorio ben organizzato con tutti i macchinari per la pesatura, lo sminuzzamento del fogliame e infine per l'impacchettamento in buste termosaldate sottovuoto. Quando i militari dell'arma hanno fatto irruzione in casa i tre erano impegnati proprio in quel momento nel defogliare 12 piante di marijuana, alte circa 180 centimetri, per un peso totale di 5 chili. Le piante erano tutte accuratamente interrate nella proprietà del 56enne ed erano ben protette da una rete elettrificata.

I carabinieri hanno così proceduto al sequestro di tutte le 12 piante scoperte nell'abitazione dell'uomo, oltre ai 6 chili di droga già raccolta e pronta per essere venduta. Insieme alla droga, inoltre, è stato rinvenuto un fucile monocanna privo di marca e di matricola, che è stato anch'esso sequestrato. Il romano di 56 anni, proprietario dell'abitazione, è stato subito arrestato per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ed è stato condotto nel carcere di Rebibbia. Gli altri due complici invece sono finiti entrambi agli arresti domiciliari.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?