Roma, spara e uccide la moglie dopo un litigio

Una tragedia questa mattina a Cave, un comune vicino Roma, dove un uomo ha ucciso la moglie dopo un litigio. I carabinieri al loro arrivo hanno trovato l'uomo ancora armato vicino il cadavere della donna

Google Maps Street View

Un litigio che ha portato alla tragedia nel comune di Cave della città metropolitana di Roma dove un uomo di 59 anni ha ucciso la moglie a colpi di pistola dentro un appartamento. I carabinieri al loro arrivo hanno trovato l'uomo armato con il cadavere della donna vicino. L'episodio è avvenuto intorno a mezzogiorno nel comune di Cave, un piccolo centro abitato di 11mila anime in provincia di Roma dove i vicini avevano iniziato a sentire i due litigare qualche ora prima. Poi lo sparo. Il 59enne l'ha uccisa con una pistola detenuta legalmente che utilizzava per uso sportivo, un fatto che ha lasciato nello sconcerto tutto il vicinato visto che i due non avevano mai litigato così clamorosamente e non ci sono stati episodi di violenza precedenti tanto da far pensare ad un epilogo del genere.

Sul posto sono intervenuti il medico legale assistito anche dal Pm di turno della Procura di Tivoli riferisce il Roma Today. Ora gli inquirenti stanno indagando per capire cosa abbia spinto il marito ad un gesto simile, si stanno ascoltando i vicini di casa.