Approfitta della ressa, gambiano tenta di molestare 15enne in metro

Un 32enne di origine gambiana ha tentato di molestare una ragazza minorenne di soli 15 anni sulla metro di Roma approfittando della confusione per la marcia sul clima di venerdì

Un cittadino di nazionalità gambiana, di 32 anni, è stato arrestato a Roma con l'accusa di violenza sessuale. L'uomo ha tentato ripetutamente di molestare una giovanissima ragazza di soli 15 anni che si trovava nella stazione della metropolitana di Roma venerdì scorso.

Il 32enne gambiano ha pensato di approfittare della grande confusione che c'era a Roma a causa della manifestazione per il clima portata avanti dal movimento "Fridays for future", che si è tenuta nella giornata di venerdì. Il giovane gambiano ha preso di mira una ragazza di soli 15 anni che si trovava sulla banchina della metro, le si è avvicinato alle spalle e ha poi cercato di sfregare le sue parti intime contro quelle della minore. La ragazzina si è subito allontanata, pensando ingenuamente che il fatto fosse stato provocato dalla forte ressa.

Poco dopo, però, lo straniero decide di riprovarci e si avvicina nuovamente alla 15enne, iniziando a questo punto a palpeggiarle i glutei in maniera esplicita. La ragazza, sentendosi toccare, si volta e si rende conto che l'uomo che aveva alle spalle era la stessa persona che aveva visto in precedenza in mezzo alla folla. Dopo questo secondo e più evidente tentativo di molestie la giovane ha subito chiesto aiuto agli agenti della Polizia di Stato, presenti nella zona della stazione Termini proprio in quel momento. I poliziotti sono subito intervenuti e hanno tratto in arresto il malvivente con l'accusa di violenza sessuale. Il 32enne, giudicato con rito direttissimo, è stato poi condannato alla pena di un anno e quattro mesi.

La minorenne invece è stata riconsegnata alla madre ed è rimasta ovviamente molto scossa dal brutto episodio che le è capitato.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?