Roma, tunisino ubriaco semina il panico per le strade di Ostia

È stato fermato dai carabinieri un tunisino di 50 anni che guidava ubriaco, con la patente scaduta, la macchina era sprovvista della revisione periodica e non aveva alcuna copertura assicurativa

Un inseguimento da film quello avvenuto ad Ostia la scorsa notte, in provincia di Roma dove un tunisino di 50 anni è stato fermato dai carabinieri ubriaco, con la patente scaduta e con la macchina non in regola. I carabinieri del Lido di Ostia stavano effettuando un semplice posto di blocco al piazzale della Posta quando hanno visto una macchina bloccarsi, fare inversione e allontanarsi correndo. I militari si sono immediatamente messi all'inseguimento; inversioni di marce e svolte azzardate nel tentativo di seminare la pattuglia. Purtroppo per lo straniero i carabinieri lo hanno fermato e costretto ad accostare. Successivamente è stato fatto scendere dal veicolo dove gli uomini dell'Arma hanno immediatamente notato che era in stato di ebbrezza. L'ora tarda e il giorno della settimana, lunedì notte, ha fatto sì che il tunisino non incontrasse sulla sua strada quasi nessuno. Le sue manovre, nonostante fossero azzardate, non hanno arrecato danni ai pochi utenti di Ostia,

Da successivi controlli, si apprende dal Roma Today, il tunisino aveva la patente scaduta e la sua macchina non era assolutamente provvista di revisione periodica o di copertura assicurativa. Il 50enne aveva già precedenti penali ed è stato immediatamente condotto davanti al giudice per la convalida dell'arresto.

Commenti

Divoll

Mer, 07/08/2019 - 21:29

Certo, essendoci una grandissima guerra in Tunisia, questo solo in Italia poteva salvarsi... Ci vuole una nuova legge che vieti la concessione di permessi di soggiorno a chiunque provenga da paesi non in guerra e non abbia un lavoro fisso in Italia o un coniuge italiano.