Roma, uomo accoltellato alla gola sul bus: fermato marocchino

Un marocchino ha accoltellato alla gola un georgiano a bordo di un bus del servizio pubblico di Roma. L’aggressore è stato arrestato poco dopo in via Cavour

La lite scoppiata per futili motivi, un coltello che compare all’improvviso, il sangue che sgorga dalla gola. Quella di sabato è stata una mattinata di terrore a bordo di un autobus del servizio pubblico di Roma.

Secondo quanto riporta Roma Today, intorno alle 10:30 un immigrato georgiano di 44 anni si è avvicinato ai poliziotti in servizio al capolinea dei bus di piazza dei Cinquecento, a pochi passi da Roma Termini, denunciando di essere stato aggredito su un mezzo della linea 64 e ferito alla gola da un altro straniero. Quest’ultimo, compiuta l’azione criminale, si è allontanato velocemente dalla zona.

La vittima, sanguinante, è stata subito soccorsa e condotta in ospedale per le necessarie cure. Le sue condizioni non sarebbero particolarmente gravi tanto che i medici lo hanno giudicato guaribile in 21 giorni.

Contemporaneamente, gli agenti si sono messi sulle tracce dell’aggressore riuscendolo ad individuare e a bloccare dopo un breve inseguimento in via Cavour. L’uomo, risultato essere un 37enne marocchino, ha provato a disfarsi del coltello gettando in strada. Il suo gesto, però, è stato notato dalle forze dell’ordine che hanno immediatamente recuperato l’arma.

Il nordafricano è stato, così, accompagnato negli uffici del commissariato Viminale per essere sottoposto ad ulteriori accertamenti. Al termine delle procedure di rito, l’extracomunitario è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Non si conoscono ancora i motivi che hanno dato il via alla violenza. I due stranieri, entrambi senza fissa dimora, erano probabilmente sotto effetto dell’alcol.