Roma, vigilessa adotta cagnolina sfruttata per chiedere elemosina

Era assetata, mal nutrita e in pessima salute la cagnolina di appena tre mesi che sotto il sole cocente di questo torrido fine giugno è stata salvata e adottata da Alessandra De Angelis, vigilessa di Roma che lavora nel I Gruppo Trevi della Polizia Locale

Era assetata, mal nutrita e in pessima salute la cagnolina di appena tre mesi che sotto il sole cocente di questo torrido fine giugno è stata salvata e adottata da Alessandra De Angelis, vigilessa di Roma che lavora nel I Gruppo Trevi della Polizia Locale.

Il cane, di nome Sole, veniva sfruttato da un clochard, un rumeno di 35 anni. che se ne serviva per fare accattonaggio nel centrale rione Monti. La vigilessa, funzionario della pattuglia esterna 'Tutela e Ambiente' ha raccontato al Tempo: "È stato un vero colpo di fulmine tra me e Sole, ci siamo in qualche modo 'scelte'. Quando lunedì su segnalazione della centrale operativa io e il maresciallo Cinzia Fulli, ci siamo recate intorno alle 12:30 in via degli Annibaldi, per attivarci a salvare questo cucciolo, le cui pessime condizioni erano state denunciate da più di un cittadino, non avrei certo immaginato che, da fi a poco, nella mia famiglia si sarebbe aggiunto un nuovo membro che ha reso tutti molto felici". Il tenente De Angelis, sposata e madre di due figli, sebbene accudisca già un cocker spaniel di 4 anni e mezzo, non ha resistito dall'adottare anche Sole:"Con la collega abbiamo subito accudito la cucciola e, una volta dissetata, l' ho fatta salire in macchina dove con il condizionatore acceso, in pochi istanti si è ripresa. È fi che guardandola ho pensato :niente canile, io ti salvo e ti porto a casa con me. Io e miei colleghi abbiamo un solo obiettivo, tutelare le fasce deboli, siano emarginati, bambini o animali, noi interveniamo sempre".