Saor, il trapper trovato morto in strada. La procura indaga apre un fascicolo

Il corpo di Cristian Ballena, musicista peruviano di 29 anni, era stata trovata in strada a Torpignattara. Sparito il suo telefono

Il Pm Mariarosaria Guglielmi della Procura di Roma ha aperto un fascicolo sul decesso di Cristian Ballena, in arte Saor, il trapper di Centocelle trovato morto in strada alcuni giorni via nei pressi di Torpignattara.

Il cadavere era stato notato da un passante in via Anassimandro nella mattinata del 19 maggio scorso e le forze dell'ordine non avevano riscontrato, a quanto pare, segni di violenza o colluttazione che facessero pensare ad un omicidio. L'autorità giudiziaria, come atto dovuto e per determinare le cause del decesso aveva disposto l'autopsia al Verano. Ad una prima indagine tutto faceva pensare ad un malore essendo state rinvenute nelle tasche del trappe sia il portafogli che alcuni oggetti personali. L'assenza degli occhiali da vista e del cellulare però, hanno insospettito gli inquirenti che hanno considerato questa assenza come elementi che potrebbero far propendere verso l'ipotesi che Saor non fosse solo al momento della morte, ma occorre attendere gli esami autoptici.

Saor, musicista di origini peruviane, aveva acquisito una certa notorietà a seguito della pubblicazione del suo album Don't try this at Rome, uscito nel 2017. In precedenza aveva fatto parte della crew del panorama underground Die Young Click mentre negli ultimi tempi aveva formato la Glitch Society con cui si stava ritagliando uno spazio nel panorama trap italiano.

Cordoglio sui social tra i fan e gli artisti che avevano collaborato con lui.