Spruzza sulla compagna spray urticante e tenta di strangolarla

La donna è stata salvata dai vicini. Durante l'aggressione era presente nell'appartamento la figlia neonata che ha riportato 25 giorni di prognosi

La rinchiuso la compagna in una stanza, le ha spruzzato addosso dello spray urticante e poi l'ha aggredita tentando di strangolarla.

La violenza è stata interrotta dall'intervento dei vicini che hanno messo in fuga l'autore del gesto, un 29enne romano, che per guadagnarsi la fuga ha nuovamente spruzzante il gas nonostante nell'appartamento fosse presente la figlia neonata. I fatti sono accaduti al culmine dell'ennesima lite tra i due per questioni economiche, ma questa volta l'uomo ha perso il controllo e ha rinchiuso la donna nella stanza da letto mentre la madre della vittima, che si trovava nell'altra stanza, si è messa a urlare attirando l'attenzione dei vicini che dopo aver sfondato la porta sono riusciti a mettere in salvo la donna mentre il 29enne si è dato alla fuga.

L'uomo è stato arrestato dagli agenti del Commissariato Sant'Ippolito che hanno dato seguito alla misura di custodia cautelare in carcere al fine di evitare che potesse reiterare il gesto nei confronti dei familiari. Ora dovrà rispondere di vari reati tra cui l'accusa di tentato omicidio, lesioni e maltrattamenti nei confronti dei familiari.

Il neonato a seguito degli spruzzi di spray urticante che ha riportato ferite per una prognosi di 25 giorni.