Truffa sul web: finti annunci di vendita per ottenere ricariche sulla PostePay

Finte inserzioni di vendita per ottenere ricariche sulla PostePay. I carabinieri hanno denunciato due persone e ne hanno deferite altre quattro per favoreggiamento

Un uomo di 55 anni originario della provincia di Catanzaro e un romeno di 20 anni, entrambi residenti a Crotone, sono stati denunciati dai carabinieri con l’accusa di truffa in concorso. Proponevano una action cam (telecamera sportiva) di ultima generazione venduta a un prezzo stracciato su un noto sito on line legato alla vendita.

Non era difficile trovare acquirenti, ignari del fatto che si trattasse di una truffa sul web. Infatti, dopo aver effettuato il pagamento, ricaricando una specifica carta PostePay segnalata dai venditori, la merce acquistata non arrivava mai. Dopo qualche tempo gli acquirenti, prima convinti di aver fatto un affare, cominciavano a lamentare la mancata consegna dell’articolo acquistato, ma invano.

Finché uno di questi acquirenti non ha deciso di presentare denuncia ai carabinieri della Stazione Roma Porta Portese. In questo modo è stata smascherata la truffa 2.0 dai militari che, dopo diversi accertamenti, hanno identificato i due amici residenti a Crotone.

Le indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di identificare anche altre quattro persone. Si tratta di parenti e conoscenti dei due ideatori della truffa on line, che sono stati denunciati a piede libero per favoreggiamento personale. Nel momento in cui sono state interrogate sui fatti in questione, infatti, queste persone hanno reso delle false dichiarazioni, nel tentativo di coprire i due uomini.