Vietato sedersi su scale in Piazza di Spagna

Il nuovo regolamento della polizia urbana introduce il divieto di sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti. Le proteste: "Provvedimento eccessivo"

Vietato sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti. Lo afferma il nuovo Regolamento di polizia urbana entrato in vigore e già applicato a Roma. Le norme sono severissime e prevedono multe dai 150 ai 400 euro per chi bivacca sulla celebre scalinata di Piazza di Spagna.

Il provvedimento sembra avere come scopo principale quello di combattere il degrado della zona, diventata meta privilegiata dai turisti per pranzi al sacco o spuntini veloci, senza poi curarsi del destino delle cartacce. Qualcuno, però, ritiene la norma "eccessiva". Tra questi, anche Vittorio Sgarbi, che all'AdnKronos precisa: "Va bene la tutela del monumento, ovviamente il fatto che non si possa mangiare sui marmi, ma il divieto di sedersi è davvero eccessivo. Mi sembra un provvedimento di stampo fascista che il Comune sarà costretto a rivedere. Perché da che mondo è mondo il viaggiatore di passaggio si siede sui gradini e si ferma ad ammirare il paesaggio".

Il provvedimento lascia scettica anche la Confesercenti Roma: "È gisto l'antibivacco- sostiene il presidente- ma questa è una norma assurda che penalizza e allontana i turisti: se continuiamo a trattarli così riduciamo la loro permanenza a Roma, che oggi è in media è di poco superiore ai due giorni".

Per ora, però, il Regolamento dei vigili urbani parla chiaro e viene applicato alla lettera: transitare sì, con tanto di selfie e fotografie, ma sedersi, anche solo per poco, no.

Commenti

Divoll

Ven, 09/08/2019 - 00:39

Il provvedimento e' sacrosanto, che protestino pure, ma la bellezza di Roma va salvata dal degrado, dalla strafottenza dei turisti e dalla sporcizia che si lasciano dietro. Anzi, io farei la multa ancora piu' elevata.

Divoll

Ven, 09/08/2019 - 00:43

I turisti devono imparare a rispettare le nostre citta'. E, a quanto pare, i commercianti pure.