Violenza, resistenza e spaccio: 33enne arrestato due volte nel giro di poche ore

Nella sua casa nel quartiere Primavalle a Roma, gli agenti hanno trovato della cocaina e il necessario per confezionare le dosi

Se non è un record poco ci manca. Un 33enne residente a Roma, G.E., nella giornata di ieri è stato arrestato per due volte nel giro di poche ore per reati differenti. L’uomo, infatti, è stato fermato prima per violenza e resistenza a Pubblico ufficiale, e successivamente, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La particolare giornata per il cittadino romano inizia intorno alle 6 in via Emanuele Filiberto quando agenti di una pattuglia del commissariato Esquilino presente in zona decidono di controllare l’uomo che si trovava a bordo di una vettura insieme ad una donna.

L'uomo, innervosito da quelle “attenzioni” non gradite, scende dall'auto e si avventa contro la passeggera che provava semplicemente a calmarlo. La situazione nel giro di pochi secondi degenera. Il 33enne, infatti, inizia ad insultare i poliziotti tentando, allo stesso tempo, di colpire alcuni passanti. Per riportare la situazione sotto controllo, gli agenti intervengono bloccando l’esagitato che, però, riesce a ferire un poliziotto.

A quel punto, l’uomo viene identificato, arrestato ed accompagnato nella sua casa nel quartiere Primavalle a Roma, in attesa del processo. I guai per lui sono appena iniziati. Quando i poliziotti entrano nel suo appartamento notano una piccola bilancia elettronica sporca di cocaina ed una dose dello stessa sostanza stupefacente.

Gli agenti, approfondendo il controllo, trovano nell’abitazione altri 6 grammi di coca e tutto il necessario per il confezionamento delle singole dosi. Inevitabilmente scatta il nuovo arresto. E così, il 33enne ora dovrà rispondere non solo di violenza e resistenza a Pubblico ufficiale ma anche di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?