La Rossa vola, Hamilton pure: ma contro le barriere

La Ferrari sempre veloce, male la McLaren del campione del mondo: ultima a metà pomeriggio. Non è finita: Lewis prova a spingere ma sbaglia e finisce fuori pista

Sempre lì, sempre ultimo, per ore. Anche a metà pomeriggio, la McLaren-Mercedes di Lewis Hamilton non si è ancora schiodata dall'ultima posizione. I test di Barcellona sono il penultimo appuntamento, per la squadra inglese, prima del lungo viaggio verso Melbourne, dove il 29 marzo si terrà il primo Gran premio della nuova formula uno. Quella riveduta e corretta e smagrita causa crisi. Quella che, se non ci saranno sorprese nel prossimo Consiglio mondiale Fia, dovrebbe presentarsi anche con un nuovo sistema di punteggio (12 al primo, 9 al secondo, 7 al terzo, 5 al quarto e via a seguire di uno in uno).
Fattosta, il campione del mondo inglese è da ore ultimo. Va bene, si dirà, i tempi non sono ufficiali e il verdetto del cronometro può essere più o meno discutibile visto che di tanto in tanto, in vetta, ci passa anche la Brawn Gp ex Honda di Jenson Button. Come può, infatti, una macchina che ha messo le ruote in pista da pochi giorni, svettare? Segno che alla spasmodica ricerca di sponsor, si fa quel che può per alleggerirsi (di benzina) e caricarsi di speranze. Questo senza nulla togliere alla Brawn che comunque è ben più avanti di quel che si credeva.
"Non siamo dove pensavamo" ammette però il capo della Mercedes F1, Norbert Haug, e la giornata di Hamilton, almeno fino alle 16, è lì a dimostrarlo. Tanto più che il campione inglese è finito pure contro le barriere alla curva quattro, costringendo il carro attrezzi a venirlo a recuperare e a chiudere i test spagnoli con una giornata di anticipo: la monoposto è troppo incidentata per tentare di rimetterla in sesto in tempi brevi.
Tutto bene, per il momento, per la Ferrari che con Massa vola come il giorno prima con Raikkonen. E bene anche per la Toyota di Glock e la Renault di Alonso.
Tempi non ufficiali del mattino
1. Felipe Massa (Ferrari) - 1:20.168, 19 giri
2. Jenson Button (Brawn-Mercedes) - 1:20.313, 86 giri
3. Fernando Alonso (Renault) - 1:20.863, 61 giri
4. Timo Glock (Toyota) - 1:21.046, 61 gir
5. Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) - 1:21.165, 49 gir
6. Robert Kubica (BMW Sauber-BMW) - 1:21.201, 63 gir
7. Nico Rosberg (Williams-Toyota) - 1:21.482, 30 gir
8. Giancarlo Fisichella (Force India-Mercedes) - 1:21.545, 47 gir Sébastien Buemi (Toro Rosso-Ferrari) - 1:21.569, 54 gir
10. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) - 1:21.657, 46 giri