Saipem: si aggiudica contratti offshore per 500 milioni di euro

MILANO - Saipem si è aggiudicata nuovi contratti offshore, per un valore di 500 milioni di euro.
In Russia, Saipem si è aggiudicata un contratto per lo sviluppo sottomarino del campo Kirinskoye Gas Condensate, da Mezhregiontruboprovostroy (Mrts) per Gazprom Dobycha Shelf, all'interno della fase di sviluppo del progetto Sakhalin 3. Il campo si trova a una profondità di 85 metri nel mare di Okhotsk, a circa 28 km dalla costa orientale dell'isola di Sakhalin, nell'Estremo Oriente Russo ed è il primo sviluppo sottomarino di questo tipo in Russia.
Lo scopo del lavoro prevede l'ingegneria, l'approvvigionamento, la fabbricazione e l'installazione di infrastrutture sottomarine, condotte di connessione dei pozzi sottomarini, il sistema degli umbilical e l'approdo costiero, oltre alle attività di prospezione sul campo. Le attività di fabbricazione saranno svolte nel cantiere Saipem di Karimun.
In Indonesia, Saipem si è aggiudicata un contratto, per conto di PearlOil (Sebuku) Ltd, per il trasporto e l'installazione di strutture marine nell'ambito dello sviluppo del campo Ruby - Sebuku Block, situato al largo della costa orientale di Kalimantan (Borneo), nello stretto di Makassar.
Il contratto prevede il trasporto e l'installazione di una piattaforma di produzione e alloggio, di una piattaforma che ospita la testa di pozzo e di un ponte di collegamento.
Inoltre, Saipem ha negoziato diversi incrementi dello scopo del lavoro su contratti offshore esistenti.