Saldi, previsto un calo del 3% rispetto al 2009

Solo il 45% delle famiglie, pari a 10 milioni e 800 mila persone, acquisterà a saldo

Le vendite natalizie sono state un vero e proprio disastro. Per questo è indispensabile anticipare i saldi, avviandoli fin da subito. La stagione di saldi alle porte, in ogni caso, registrerà un calo molto contenuto, e sarà caratterizzata da una grande cautela e prudenza da parte delle famiglie. Solo il 45% delle famiglie, pari a 10 milioni e 800 mila, acquisterà a saldo. Infatti, malgrado molti abbiano rinviato gli acquisti dei regali al periodo dei saldi, questi ultimi non decolleranno rispetto al 2009 ed anzi, registreranno una ulteriore leggera riduzione del 2-3%. La spesa per saldi, secondo le stime dell'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori - sfiorerà i 3 miliardi di Euro. Con una spesa, quindi, di 277 Euro per ogni famiglia coinvolta, pari a circa 104 Euro pro capite. Di certo le vendite a saldo, da sole, non saranno sufficienti a rilanciare la domanda interna, che dovrebbe essere sostenuta da una seria e determinata azione di sostegno alle famiglie a reddito fisso, attraverso una detassazione di almeno 1200 Euro annui, nonché da un maggiore controllo sulle speculazioni e da un abbattimento di prezzi e tariffe di almeno il 20%.