Alopecia, dai T-Regolatori la sveglia ai follicoli piliferi dormienti

Cura Alopecia: il sistema immunitario possiede già le potenzialità per un efficace contrasto alla caduta di capelli?

Cura Alopecia: una nuova via da percorrere per trovare una possibile soluzione all’Alopecia?

Tra le varie forme di caduta dei capelli sappiamo che le più diffusa è quella legata a caratteristiche predisposizioni ereditarie che rendono i follicoli capillari particolarmente sensibili al Diidrotestosterone (DHT): il suo nome è Alopecia Androgenetica.

Dobbiamo però ricordare che questa caduta di capelli non è l’unica possibile. Un’altra forma molto subdola, legata ad un anomalo comportamento del sistema immunitario, è l’Alopecia Areata, una forma autoimmune di calvizie, caratterizzata dalla peculiare particolarità di perdere i capelli a chiazze.

Recentemente uno studio sulle dinamiche dell’Alopecia Areata, condotto dal Dott. Michael Rosemblum e dal suo gruppo, presso l’Università della California a San Francisco, sembra aver scoperto una interessante proprietà di alcune cellule che fanno parte di quell’esercito che chiamiamo “Sistema Immunitario”, in grado di dare una speranza ai pazienti affetti da questa forma autoimmune di perdita di capelli.

Il ruolo della Medicina Rigenerativa nella cura della calvizie. from HairClinic Bio Medical Group on Vimeo.

Cura Alopecia: tra le cellule chiave delle risposte immunitarie, i Linfociti T Regolatori (T-Reg) fanno intravedere nuove possibilità di lotta alla calvizie.

I “Linfociti T Regolatori” sono fondamentali componenti del Sistema immunitario. Il loro ruolo è quello di mediatori, di “diplomatici” del sistema immunitario, infatti presiedono al riconoscimento di amici e nemici da parte di tutto il Sistema Immunitario, in modo da evitare, mancate allerte e quindi mancata difesa contro qualsiasi aggressione da parte dei agenti esterni o una risposta troppo grande o immotivata verso qualcosa che non dovrebbe essere attaccata… esattamente come succede per l’Alopecia Areata.

Il meccanismo con cui si manifesta l’Alopecia Areata, infatti, prevede una reazione abnorme del sistema immunitario nei confronti dei poveri follicoli capillari. Ciò porta a varie manifestazioni avverse che in ultima analisi portano alla caduta del capello.

Cura Alopecia: possono i linfociti T-reg “mettere la buona parola” per i follicoli e salvarli da un “irascibile” sistema immunitario?

Dal momento che i linfociti T Regolatori sono importanti per l’esatta identificazione di cosa sia nemico e cosa non lo sia, è ipotizzabile un loro utilizzo per “meglio spiegare” al sistema immunitario che i follicoli capillari non sono nemici.

Essi normalmente risiedono nei linfonodi, come tutti i linfociti, ma in parecchi sono presenti in molti altri tessuti. In questi ultimi, essi svolgono una sorta di supporto al controllo delle infiammazioni. Un validissimo esempio è quello che le T-regs fanno sull’epidermide: grazie ad esse, il sistema immunitario tollera la presenza della flora batterica.

Inoltre sembrerebbe che le T-Regs abbiano anche un significativo ruolo nel risanamento delle ferite, mostrando un cospicuo potenziale rigenerativo. Eliminando le T-Regs dai follicoli capillari, le sole cellule staminali non sono più capaci di rigenerare il capello, e questo ci fa comprendere meglio la portata della loro azione. La Rigenerazione Cellulare del follicolo capillare è a tutti gli effetti parte integrante della loro preziose attività biologica.

In cosa consiste il trattamento con Cellule Staminali per curare la calvizie? from HairClinic Bio Medical Group on Vimeo.

Cura Alopecia: quali sono i potenziali dei linfociti T regolatori.

Anche se ancora siamo in una fase molto precoce della ricerca, essa ha mostrato che sui topi da laboratorio, esiste una significativa correlazione tra Alopecia Areata ed alterazione della funzione dei linfociti T-Regolatori. È del tutto evidente che, una volta individuata questa correlazione, bisognerebbe approfondire lo studio dei meccanismi di altre forme di caduta di capelli, perché i linfociti T-Regolatori potrebbero avere un importante ruolo anche per esse.

Cura Alopecia: i linfociti T-Regolatori hanno anche un importante ruolo nella Rigenerazione Cellulare. Ma esistono già protocolli terapeutici di Medicina Rigenerativa, che sono collaudati ed efficaci nel contrasto alla calvizie.

I meccanismi di azione dei linfociti T-Regolatori sembrerebbero interessanti e si dovrà assolutamente approfondire l’ambito della ricerca in merito, a tutto vantaggio di nuove strategie terapeutiche di contrasto alla caduta di capelli.

Già oggi, però, di questi protocolli ne esistono e sono già collaudati ed utilizzati da parecchi anni. Ad esempio il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS di HairClinic agisce in sinergia con altre tecniche e terapie antinfiammatorie all’avanguardia. Dal 2009 è la punta di diamante tre le terapie contro la calvizie. Essa è completamente priva di controindicazioni ed è personalizzabile su quelle che sono le effettive esigenze del singolo paziente, per favorire le più elevate possibilità di ottenimento di risultati validi, naturali e duraturi.