AriSLA, la Fondazione da 10 anni in prima linea per ricerca sulla malattia

AriSLA finanzia progetti di ricerca, per far luce sulla malattia neurodegenerativa. Il 22 e 23 novembre si terrà a Milano il Congresso per i 10 anni della Fondazione. Il presidente: "Felici di questo traguardo, ma non ci fermiamo"

In Italia, sono circa 6mila le persone che ne sono state colpite. E ogni 100mila abitanti ricorrono due o tre nuove diagnosi. Si tratta della Sla, una malattia neurodegenerativa grave, che porta all'invalidità proggressiva. Ad oggi, non esiste nessuna terapia che possa fermare o rallentare significativamente l'incedere della malattia. Così, l'unica possibilità per cercare di trovare una cura è continuare con la ricerca.

A questo scopo, dieci anni fa, è nata AriSLA, la Fondazione italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amitrofica, che mira alla promozione e al finanziamento della ricerca scientifica di eccellenza. Nel 2009, AriSLA ha lanciato il primo bando, per finanziare nuovi progetti di ricerca e approfondire le conoscenze sulla malattia. In questi 10 anni, grazie anche al supporto di un Advisory Board, che ha aiutato a definire attività strategiche da intraprendere, sono stati pubblicati 12 bandi e sono stati investiti oltre 11 milioni di euro, destinati a 72 progetti.

In occasione dei 10 anni della Fondazione, AriSLa ha organizzato il Convegno "10 Anni insieme, alleanza concreta per nuove prospettive di ricerca: speranza reale per un futuro senza SLA", che si terrà al Rosa Grand Milano- Starhotels, in Piazza Fontana, il 22 e 23 novembre. Durante le due giornate, a cui parteciperanno diversi ricercatori italiani e internazionali, verranno illustrati i progressi compiuti nella ricerca, grazie ai progetti finanziati dalla Fondazione. Verrano poi elaborate strategie future, per cercare di trovare risposte ai bisogni delle circa 6mila persone colpite dalla malattia.

Pochi giorni fa, AriSLA ha annunciato i sei progetti di ricerca di base e preclinica vincitori del Bando 2019, che riceveranno un finanziamento di 807mila euro. A valutare i progetti, il Comitato scientifico internazionale di Fondazione AriSLA, formato da 25 tra i maggiori esperti di Sla.

"Siamo felici di arrivare al significativo traguardo dei 10 anni annunciando un nuovo finanziamento con cui AriSLA si conferma il principale ente non profit in Italia che investe sulla ricerca scientifica sulla SLA- ha dichiarato il presidente Mario Melazzini- Per noi è fondamentale garantire la continuità al lavoro dei ricercatori e allo stesso tempo dare fiducia ai più giovani e alle idee più innovative". Un attività, quella fondazione, che va avanti da 10 anni, perché "siamo convinti che nel nostro Paese la ricerca sia viva e meriti di essere sostenuta. È importante non fermarsi".

Degli oltre 11 milioni di euro investiti da AriSLA nei vari progetti di ricerca, ben 5 milioni sono stati destinati a ricerche svolte a Milano: i progetti su Milano sono 25 e rappresentano il 35% del totale italiano, con 31 studiosi milanesi impegnati. Milano si attesta così la città italiana a cui vengono destinati maggiormente i fondi della Fondazione. Dei 6 progetti vincitori dell'ultimo Bando, 3 sono coordinati da gruppi attivi sul capoluogo lombardo, a cui verranno destinati 630mila degli 800mila euro totali.