Il caffè prima di dormire non disturba il sonno: lo studio

Uno studio ha rivelato che la caffeina non ha effetti sul sonno. Gli alcolici e la nicotina, invece, sarebbero strettamente legati all'insonnia

Dormire bene la notte è un obiettivo da dover raggiungere per salvaguardare la nostra salute. Da tempo si afferma che affinché il sonno sia di qualità bisognerebbe limitare o abolire la tazzina di caffè a ridosso del riposo notturno. Ma oggi questo mito sembra essere stato sfatato; un nuovo studio, infatti, assicura che la caffeina non ha alcun effetto negativo sul sonno.

Ricercatori della Florida Atlantic University, di Harvard, di Emory e del Mississippi Medical Center non hanno trovato nessun legame tra il caffè e il disturbo piuttosto comune dell'insonnia. Lo stesso non si può dire per quanto riguarda l'alcol e la nicotina.

Sembra, infatti, che bere alcolici entro quattro ore dal sonno abbia maggiori probabilità di interrompere il riposo rispetto alla classica tazzina di caffè. Un legame ancora più forte con l'insonnia è stato registrato con la nicotina, sia che si parli di sigarette classiche che di quelle elettroniche.

Lo studio ha visto il coinvolgimento di 785 afroamericani per un periodo di 14 anni e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Sleep. Proprio gli afroamericani sarebbero colore che più soffrono d'insonnia, apnea notturna e disturbi vari legati al sonno. Bisogna far notare che questa ricerca è tra le più grandi mai condotte su come alcol, caffè e fumo influiscano sul sonno notturno.

A ognuno è stato dato un sensore da polso per monitorare il sonno e anche un diario per annotare diverse informazioni, come la qualità del sonno, come si sentivano e cosa mangiavano, fumavano o bevevano di notte. Sono stati valutati anche altri fattori che potrebbero influenzare il sonno, come l'età, il sesso, l'obesità, la depressione, l'ansia, lo stress ed eventuale scuola o lavoro il giorno seguente.

Considerato tutto questo si è notato che la caffeina ha veramente un basso impatto sul sonno. Infine, si è registrato un dato importante: chi fumava o svapava, in definitiva, dormiva mediamente 43 minuti in meno rispetto ai non fumatori. Dunque, una chiara situazione su quelle che sono le abitudini malsane che, per la salute dell'organismo, si dovrebbero eliminare.