Combattere il cambio di stagione autunnale a tavola

Il malessere causato dall’ arrivo dell’autunno è caratterizzato da stanchezza, depressione e nervosismo. Si sconfigge efficacemente a tavola con un’alimentazione sana a base di vitamine, sali minerali e proteine. Ecco gli alimenti giusti secondo i nutrizionisti

Il cambio di stagione autunnale si può contrastare grazie ad un’alimentazione sana fonte di energia e vitalità.

L’arrivo dell’autunno genera quella che gli americani hanno denominato il “seasonal effective disorder” o sindrome invernale. Molti sono gli italiani che ogni anno ne vengono colpiti. I cambiamenti climatici, tipici di questa stagione diffondono stanchezza, apatia, cattivo umore, nervosismo e insonnia.

Il nostro organismo fa fatica ad adattarsi alle temperature più basse e al cielo uggioso. Bisogna aiutarlo a spazzare via la stanchezza e i repentini sbalzi d’umore con un’alimentazione ricca di cibi. Essi sono in grado di far produrre al nostro organismo maggiore serotonina possibile. Questo ormone è prezioso per diffondere benessere e purtroppo in questo periodo la sua produzione cala.

Ecco i suggerimenti dei nutrizionisti per combattere efficacemente il cambio di stagione a tavola:

- Prima colazione nutriente: è il primo pasto della giornata che deve servire a ricaricarci. Deve essere leggero, digeribile e nutriente. Un buon modello di prima colazione prevede alimenti solidi ricchi di carboidrati (semplici e complessi), latte o yogurt (o altre bevande, come tè, infusi o centrifughe) e frutta di stagione;

- Spuntino a base di frutta secca: noci, mandorle e pistacchi sono fonte preziosa di magnesio, minerale che serve per combattere la stanchezza fisica e mentale. Da mangiare o a metà mattinata o a metà pomeriggio; - Carboidrati a pranzo: via libera alla pasta che ci rifornisce di energia grazie al triptofano. Precursore della serotonina, ci fa sentire più felici e soddisfatti;

- Uova per stimolare la concentrazione: preparatevi a mangiare più uova in questo periodo dell’anno. Sono ricchissime di vitamina D, vitamina E, zinco e Omega 3;

- Zuppe a base di lenticchie: legume dalle mille virtù, contiene ferro, potassio e fosforo;

- Cioccolato fondente come antidepressivo: per sconfiggere la malinconia legata alle giornate uggiose concedetevi una barretta di cioccolato fondente (almeno con il 75% di cacao) al giorno. Ricco di triptofano svolge un’azione antidepressiva

- Pollo contro la stanchezza: la carne di pollo è in grado di combattere la spossatezza perché ricca di proteine e fonte di vitamina B6;

- Salmone e tonno elisir di felicità: ricchi di Omega 3 sono preziosi per il funzionamento del nostro cervello. Sono anche fonte di vitamina D, utile per regolare il sistema immunitario e gestire gli sbalzi d’umore;

- Spremute energizzanti a base di agrumi: le arance e i mandarini sono fonte di vitamina C, ideale per prevenire i malanni stagionali come raffreddori e influenza. Fonte anche di vitalità ed energia;

- Funghi a volontà: protagonisti indiscussi di questa stagione sono fonte inesauribile di vitamine appartenenti al complesso B. Stimolano la concentrazione e la memoria. Contengono anche ferro, rame, manganese;

- Miele come antibatterico naturale: dalla nota azione antibatterica il miele è utile per calmare i nervi se utilizzato nel latte caldo come sostituto dello zucchero.