Conservare i cibi: come organizzare il frigorifero

Conservare i cibi in frigorifero richiede molta attenzione, affinché gli alimenti possano essere adagiati nei corretti scompartimenti e durare più a lungo

Il frigorifero è il posto più adatto dove conservare adeguatamente i cibi freschi o cotti, ma per mantenere inalterate le loro proprietà è importante disporli nello scomparto più adatto. La suddivisione con ripiani e cassetti non è certo casuale, tuttavia la fretta e la mancanza di spazio spinge l'acquirente a una collocazione sommaria e controproducente. Ogni cibo deve potere accedere allo spazio più adatto, così da conservare sapore, valori nutrizionali e qualità, prolungando la durata a lungo. Inoltre, un frigorifero pulito è uno spazio igienicamente adatto ad accogliere i cibi, in particolare quelli freschi e crudi. Organizzare la disposizione interna all'elettrodomestico è facile, basta tenere a mente qualche regola.

  • Ripiano superiore: è lo spazio destinato ad accogliere i cibi e le pietanze cotte, ovvero gli avanzi cucinati e debitamente conservati in contenitori ermetici o protetti con pellicole trasparenti e argentate. I cibi cotti vanno prima fatti raffreddare e poi conservati in frigorifero, così da non alterare la temperatura interna dello spazio. Sullo stesso ripiano è possibile conservare anche le uova, magari al centro;
  • Piano intermedio: può ospitare i formaggi e i prodotti confezionati e chiusi ermeticamente, magari yogurt e vasetti con salse, tutto ciò che deve trovare spazio in frigorifero dopo la sua apertura;
  • Piano inferiore: distante dal piano superiore, questo spazio è il luogo più giusto per contenere e riporre cibi crudi e freschi, evitando così la contaminazione con i prodotti cotti e gli avanzi. Qui si possono sistemare carne e pesce appena acquistati e ancora da preparare;
  • Porta: la parte interna della porta del frigorifero può ospitare, partendo dall'alto, ancora formaggi, quindi condimenti nella parte intermedia e bevande, succhi, latte e acqua nella zona più in bassa. È il luogo più caldo del frigorifero e il più adatto a contenere i liquidi chiusi ermeticamente.
  • Cassetti: nei due cassetti inferiori si può riporre, separatamente se possibile, frutta e verdura ad esclusione delle mele, che contengono gas etilene e favoriscono una maturazione della frutta presente. Un tovagliolo di carta come base potrà risultare utile per limitare l'azione dell'umidità;

La temperatura del frigorifero non deve superare i 4 gradi, mentre alcuni cibi non devono trovare spazio in frigorifero, come ad esempio le banane che temono il freddo, ma anche aglio, cipolla, patate, pane, quindi miele perché tende a cristallizzare. Il caffé perde il suo aroma, mentre i pomodori si raffreddano troppo perdendo il sapore e, per questo, in tanti preferiscono conservarli in un luogo asciutto.