Curare l’insonnia e i problemi stagionali coi rimedi naturali

Il cambio di stagione provoca insonnia, problemi di digestione e depressione. Possiamo sconfiggere questi problemi fastidiosi con l’aiuto delle piante e delle erbe medicinali

A causa del cambio stagionale frequenti sono i problemi di insonnia.

L’opinione dominante è che i problemi legati al sonno siano un sintomo una conseguenza secondaria di problemi legati alla salute mentale. In realtà l’insonnia è una delle concause di questi problemi. E' ciò che sostiene uno studio approfondito sul tema condotto dall'Università di Oxford.

L’insonnia può portare a sviluppare malattie mentali oltre a poter essere causata a sua volta dalle stesse. L’esame del legame che esisterebbe tra insonnia e malattie mentali è stato sondato sottoponendo a dei questionari online gli studenti di 26 Università di tutto il Regno Unito. I 3.700 questionari ricevuti hanno permesso agli scienziati di dividere i partecipanti in due gruppi.

Ad essi si aggiungono difficoltà di digestione, senso di affaticamento, pesantezza, depressione. Il cambio di stagione acutizza questa problematica. L'autunno è sempre un evento destabilizzante per il nostro organismo. La dottoressa e naturopata, Federica De Santi ci fornisce dei consigli utili per contrastare questo problema molto diffuso.

L’obiettivo di questi suggerimenti facili da seguire è quello di acquisire un immediato senso di benessere psico- fisico. La natura ci può essere d’aiuto nel conseguire esso. Scopriamo insieme come stare bene:

1) Curare l’alimentazione: sulle nostre tavole non devono mai mancare frutta e verdura. In particolare uno frutto alleato di questa stagione è l’ananas ricca di bromelina. Essa favorisce il riassorbimento degli edemi e una migliore circolazione capillare. Contrasta l’infiammazione sottesa alla cellulite e combatte quindi il diffuso inestetismo della pelle a buccia d’arancia;

2) Concedersi un sonno ristoratore: è molto importante dedicare al sonno molta attenzione. Dalla sua qualità infatti dipende l’energia del giorno dopo. Riuscire a dormire 7-8 ore per notte è l'ideale. Se non ci riusciamo ecco gli aiuti dalle piante: - valeriana: pianta officinale con spiccate proprietà sedative, calmanti e rilassanti; - escolzia: ha proprietà sedative ed inducenti il sonno; - tiglio: sono piante dalle proprietà distensive e rilassanti;

3) Effetto Detox: durante il cambio stagionale la digestione diventa difficile e l’intestino fa i capricci. Occorre preservare la salute del fegato, l’organo più grande e tra i più importanti del nostro organismo. È grazie a lui che vengono metabolizzate e smaltite scorie e tossine. Di vitale importanza è effettuare una depurazione con tisane a base delle seguenti piante: - cardo mariano: ha una potente azione di protezione delle cellule epatiche. Cura le intossicazioni alimentari e gli avvelenamenti. Rafforza le membrane che compongono le cellule epatiche. Contrasta il colesterolo cattivo; - Carciofo: facilita la digestione; - Foglie di olivo - l’oleuropeina, contenuta al loro interno, è una molecola che ha potenti proprietà di disintossicazione e riattivazione del fegato. grazie alla sua forte azione antiossidante ed antinfiammatoria.