Il gene gay? Non esiste. Lo conferma lo studio su migliaia di persone

Come per altri tratti umani, l'omosessualità sarebbe influenzata da un mix di fattori genetici e ambientali. Gli scienziati: "Gli effetti sono comunque molto piccoli"

Non esiste un singolo gene legato all'omosessualità. A dirlo sono i ricercatori che hanno condotto uno studio, pubblicato sulla rivista Science, esaminando il Dna di quasi mezzo milione di persone.

Gli studiosi, coordinati dall'italiano Andrea Ganna, che lavora al Broad Institute di Harvard, hanno esaminato il Dna di 470mila persone, i cui dati erano conservati nella biobanca britannica (UK Biobank) e in quella statunitense (23andMe). Così, analizzando questi dati, gli scienziati sono riusciti a capire che non esiste nessun "gene dei gay" e che l'omosessualità è influenzata da un mix di fattori genetici e ambientali, così come avviene per altri tratti umani. Esistono, cioè, migliaia di varianti genetiche, ognuna delle quali ha un piccolissimo effetto sulla sfera sessuale.

Le varianti che possono essere associate in modo significativo all'omosessualità sono cinque, ma ne sarebbero coinvolte anche altre migliaia, che hanno un effetto minimo sulla persona e quindi non possono essere considerati utili per prevedere o identificare il comportamento sessuale di una persona.

Ma i ricercatori avvertono che la genetica non potrebbe, in ogni caso, spiegare il comportamento sessuale degli esseri umani e le varianti del Dna hanno effetti minimi se non insignificanti nel determinare la sfera sessuale dell'individuo: "Anche se abbiamo trovato particolari varianti genetiche legate all'omosessualità, anche combinate insieme gli effetti sono molto piccoli (inferiori all'1 per cento)".

Commenti

Carlopi

Ven, 30/08/2019 - 14:46

L'ambiente non c'entra un fico secco. Questi scienziati è meglio che si rimettano a studiare.

valerie1972

Ven, 30/08/2019 - 16:22

Un'altra solida bastonata alla mitologia creata dalla setta della sessualità fluida, sostenitori dell'ineluttabilità naturale dalla nascita del 'sei come sei'. Date presto le coordinate bibliografiche di questi studi, perché tutti quei ricercatori verranno licenziati e denunciati in massa in capo a un mese per intervento della Stasi arcobaleno.

ziobeppe1951

Ven, 30/08/2019 - 16:27

A me piace Gene Gnocchi

d'annunzianof

Ven, 30/08/2019 - 16:58

Allora se il gene non esite e` una SCELTA, se esisteva ci sarebbe stata una CURA! In tutti e due i casi mi fate sempre schifo!

axelzzz85

Ven, 30/08/2019 - 17:24

d'annunzianof, lo sa che per la cassazione dire "mi fai schifo" è reato?

cir

Ven, 30/08/2019 - 18:11

axelzzz85 . no . lo schifo , il provare schifo e' una reazione naturale a qualcosa cui non si e' propensi ad accettare . se metto in bocca una lumaca mi viene il vomito , mi fa schifo lo rifiuto . cosi come il vedere due uomini baciarsi mi fanno schifo , e' un mio diritto reagire allo schifo che mi si propone davanti. e' la natura chi mi sugerisce una difesa attraverso mille manifestazioni , e nessuno puo' negarmele.

frapito

Ven, 30/08/2019 - 21:42

@axelzzz85- A parte la censura alla libertà di espressione, la cassazione cosa consiglia in alternativa, per potere esprimere la propria opinione? Oppure siamo già alla censura Orwelliniana?

Divoll

Sab, 31/08/2019 - 01:36

In altri termini, l'omosessualita' e' un fenomeno psico-socio-culturale. Il che ne spiega anche la diffusione eccessiva. Quando una societa' e' in decadenza...

Carlopi

Sab, 31/08/2019 - 09:17

Divoli. Come spiega allora l'omosessualità nell'antica Grecia?

WoodenLeg

Sab, 31/08/2019 - 10:10

Titolo sbagliatissimo e fuorviante: dal contesto dell'articolo emerge che non esiste un solo gene, ma sono almeno 5 le varianti connesse in modo significativo all'omosessualità. Del resto esistevano già da tempo altri studi che dimostravano la stessa cosa, boicottati dalla internazionale LGBT.

frapito

Sab, 31/08/2019 - 11:11

..."fattori genetici e ambientali". Perché non vengono considerati i fattori psicologici, che sono molto importanti per identificare il comportamento di una persona? Chi ha paura della psicologia?