Influenza, 24 consigli per non prenderla o per guarire prima

Seppur il principale metodo di prevenzione resta il vaccino, esistono altri accorgimenti che limitano il rischio di ammalarsi

I dati diffusi dall'ultimo bollettino Influnet, pubblicato dall'Istituto superiore di sanità (Iss) non sono molto incoraggianti. Seppure non possa essere ancora considerata un'epidemia vera e propria, l'influenza sta prendendo sempre più piede. Durante la quarantacinquesima settimana del 2019 (28 ottobre-3 novembre) l'incidenza totale è di 1,97 casi per mille assistiti. Tuttavia si sale a 3,91 nella fascia di età 0-4 anni. In meno di un mese, dunque, sono finiti a letto 341mila individui e il picco si raggiungerà a metà dicembre. In occasione della campagna di vaccinazione, l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha messo in guardia dalle fake news che circolano soprattutto sui social e che possono mettere a repentaglio la salute dei cittadini. Il principale metodo di prevenzione dell'influenza resta il vaccino, gratuito per le fasce di popolazione più a rischio: over 65, donne in gravidanza, malati cronici, bimbi dai 6 mesi di vita in su soprattutto se predisposti a malattie respiratorie come le bronchiti, operatori sanitari. Come riporta Il Corriere, esistono numerosi accorgimenti per scongiurare il rischio di ammalarsi.

- Secondo uno studio del 2011 chi consuma probiotici mediante yogurt o integratori, soffre del 12% in meno di infezioni alle vie aeree superiori. Il merito spetterebbe al Lactobacillus rhamnosus. Una più efficiente regolarità intestinale, dunque, si associa ad un sistema immunitario in grado di lavorare meglio;

- Per impedire a virus e batteri di accumularsi in una stanza, è sempre bene aprire una finestra e far circolare l'aria;

- I funghi, ricchi di selenio e di beta-glucano, possono stimolare il sistema immunitario allo stesso modo della frutta, ricca di antiossidanti fondamentali per combattere i radicali liberi;

- Anche se ci si lava spesso le mani, è opportuno non toccarsi sempre labbra e viso per evitare la trasmissione dei germi;

- Il sistema immunitario si rafforza altresì attraverso un sonno regolare. Diversi studi hanno dimostrato che se si dorme regolarmente quando si ha l'influenza, si guarisce più in fretta;

- Assumere zinco entro 24 ore dalla comparsa dei primi sintomi riduce la durata della malattia. Questo minerale è contenuto soprattutto in alcuni alimenti: grana, fegato, arachidi, carni rosse, polipo, fontina, seppie, parmigiano, bresaola, salame, arachidi tostate, pecorino, uova, lenticchie, avocado e altri;

- Una delle cause del mal di gola e della tosse è l'aria troppo secca. Per migliorare questi sintomi e per ridurre la capacità di sopravvivenza dei virus un valido aiuto è rappresentato dall'umidificatore;

- Un gargarismo con acqua salata può rallentare l'infiammazione. Il sale, infatti, uccide gli agenti patogeni;

- Quando si tossisce o si starnutisce, buona norma è mettere la mano davanti alla bocca per non diffondere germi o batteri;

- Durante la stagione fredda è possibile sciacquare il naso con soluzione salina per eliminare le particelle virali respirate durante la giornata. Alcuni studi, tuttavia, affermano che l'utilizzo frequente di questa soluzione rischia di danneggiare il muco protettivo del naso;

- Mantenere la giusta idratazione favorisce l'eliminazione dei virus e protegge dai contagi. La bevanda da preferire è l'acqua. Spremute d'arancia e liquidi caldi sono un toccasana in caso di mal di gola;

- Noti sin dall'antichità, i suffumigi sono una pratica semplice per liberare le vie respiratorie. L'efficacia raddoppia se si versa qualche goccia di olio di eucalipto in un recipiente di acqua bollente;

- Durante la malattia si devono evitare gli allenamenti pesanti. Il corpo ha infatti bisogno di risparmiare energia per combattere i virus;

- Un classico piatto per chi ha l'influenza è la zuppa di pollo. Il vapore del brodo aiuta a liberare il setto nasale. Esso, inoltre, apporta proteine indispensabili in un momento in cui spesso si è inappetenti;

- Il miele, con le sue proprietà antimicrobiche, lenisce la gola irritata;

- Mangiare un ghiacciolo può rivelarsi utile in caso di forte mal di gola. L'area si intorpidisce e si gode di un temporaneo sollievo;

- Se si sta sdraiati sulla schiena, il muco si accumula nelle cavità del setto nasale. Ciò può provocare infezioni secondarie o sinusiti croniche. Meglio quindi riposare su un angolo di 45 gradi;

- Restare a casa quando si è ammalati non solo è indispensabile per garantire all'organismo tempi di ripresa più brevi, ma in questo modo si evitano contagi;

- L'influenza è causata da virus, non da batteri. L'uso di antibiotici è inutile e altresì controproducente;

- Lavarsi frequentemente e in modo vigoroso le mani è essenziale;

- Se è possibile è sempre meglio evitare luoghi troppo affollati;

- Mai condividere bicchieri e ad altri oggetti che entrano in contatto con le mucose della bocca;

- Anche se si è inappetenti, alimentarsi correttamente è indispensabile per una buona guarigione;