Inter cade ancora contro l'Atalanta: ora de Boer rischia sul serio

L'Inter cade ancora in campionato sotto i colpi dell'Atalanta che passa al minuto 88 grazie al rigore di Pinilla. Masiello ed Eder gli autori degli altri due gol

L'Inter di Frank de Boer, nonostante la vittoria risicata in Europa League contro il Southampton, cade ancora in campionato sotto i colpi dell'Atalanta dell'ex Gian Piero Gasperini che si porta a casa una vittoria fondamentale e soprattutto meritata visto quanto fatto vedere in 97 minuti di gioco. Nel primo tempo i padroni di casa hanno lettaralmente surclassato l'Inter sotto tutti i punti di vista e hanno chiuso in vantaggio grazie al gol di testa di Masiello al 10'. Nel secondo tempo la punizione di Eder, al 50', sembrava poter dare linfa vitale alla Beneamata che è salita un po' di tono ma ha sempre rischiato di prendere il gol del 2-1. Nel finale Perisic e Joao Mario hanno cercato di far male a Berisha che si è superato in entrambe le occasioni e a tre minuti dal termine l'ingenuità di Santon ha condannato l'Inter all'ennesima sconfitta. Pinilla ha realizzato il rigore concesso da Doveri, al suo sesto gol contro i nerazzurri di Milano. L'Atalanta sale a quota 13, mentre l'Inter resta a quota 11 e ora la panchina di de Boer traballa sul serio.

Primo tempo orribile dell'Inter di de Boer che è stata in balia per 47 minuti di gioco dell'Atalanta, dell'ex dal dente avvelenato, Gian Piero Gasperini. Dopo dieci minuti di studio la Dea va in vantaggio con Masiello che di testa batte Handanovic raccogliendo la spizzata di Kurtic dal calcio d'angolo battuto dal Papu Gomez. Minuto 13' Conti di testa sul cross di Gomez: para Handanovic. L'Atalanta continua ad attaccare a testa bassa, mentre l'Inter arriva sempre in ritardo su tutti i palloni. Minuto 35' tiro di Toloi: respinge Handanovic. Il primo tempo termina sul risultato di 1-0 per la Dea che avrebbe meritato di essere in vantaggio con un risultato più rotondo.

Nella ripresa è sempre l'Atalanta a partire forte ma al minuto 50 l'Inter guadagna una punizione da oltre 25 metri. Sul punto di battuta si presenta Eder che la mette all'incrocio dei pali: Berisha non può nulla sul siluro terra/aria dell'ex calciatore della Sampdoria. L'Inter guadagna un po' di campo ma è sempre l'Atalanta a costruire le azione da rete. Minuto 59' colpo di testa di Konko: miracolo di Handanovic sulla linea. Minuto 66' Pinilla di testa: blocca Handanovic. Minuto 71' cross di Gomez, Conti la mette fuori in spaccata: Doveri però aveva già fermato il gioco per fallo di Kurtic su Santon. Minuto 75', ci prova Konko da fuori area: palla fuori. Minuto 78' grande occasione per l'Inter: fucilata di Perisic e risposta fantastica di Berisha che salva i suoi. Minuto 80' tiro di Joao Mario: palla fuori di molto. Minuto 85' cross arretrato di Perisic per Joao Mario che calcia trovando la deviazine di Freuler che per poco non beffa Berisha che però para sicuro. Minuto 87', fallo ingenuo di Santon su Kessie: rigore per l'Atalanta. Sul dischetto Pinilla che fa secco Handanovic per il 2-1 dell'Atalanta. Minuto 92' Berisha esce e cade malamente per terra: Icardi segna ma il gioco è fermo per il fallo dello stesso attaccante sul portiere dell'Atalanta: fallo che sinceramente sembra non esserci. L'Inter non riesce più a riprendersi: finisce 2-1 per la Dea che si porta a casa una vittoria importante e meritata.

Commenti

linoalo1

Dom, 23/10/2016 - 18:44

Inter,abbi Pazienza!!!Sei ancora sotto l'effetto 2M(Moratti-Mancini)!!Purtroppo,ci vuole tempo perché passi l'Effetto Negativo!!Ovviamente,Moratti,deve stare lontano dalla Squadra!!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 23/10/2016 - 20:53

Purtroppo seibra non essere proprio all'altezza di fare l'allenatore dell'Inter. Meglio rimandarlo a mangiare i formaggi rotondi rossi a casa sua. Qui è un incapace inidoneo.

mariano

Dom, 23/10/2016 - 21:11

Per gli amici interisti è utile leggere qui:http://www.tempi.it/cose-da-non-credere-su-una-societa-di-calcio#.WA0Kv_mLRdg

giovanni235

Dom, 23/10/2016 - 21:38

Avevo già commentato come l'Inter avesse bruciato tutta la benzina per di battere la Juve.Francamente credo che il Milan farà la stessa fine:benzina bruciata e nessun stimolo per continuare il campionato.Sono pronto a scommetterci.