L’acne in età adulta non è poi così strana

L'American Academy of Dermatology spiega perchè si manifesta anche in età matura

L’acne è sempre identificata come un problema riguardante esclusivamente l’età adolescenziale. Sono infatti molti i ragazzi che verso i 13-20 anni soffrono di antiestetici brufoli difficili da coprire. Questi sfoghi possono comparire sulla nostra epidermide, principalmente quella del viso, anche dopo i trentanni. E’ l’American Academy of Dermatology a spiegare perché questo avvenga anche in età non più giovanissima. Per quanto riguarda le donne il motivo potrebbe essere di origine ormonale. Durante il periodo mestruale infatti gli sbalzi ormonali sono molto frequenti. Stesso discorso quando si affronta una gravidanza o si sta per entrare in menopausa. Anche alcuni farmaci, come per esempio la pillola anticoncezionale, potrebbero dare come effetto collaterale una fioritura improvvisa sul volto di chi li assume. A volte l’acne può essere considerata genetica, non è raro infatti che si manifesti in persone che hanno familiari con il medesimo problema.

Importante poi è scegliere prodotti appropriati per la nostra epidermide. Creme, struccante, fondotinta, cipria e altri cosmetici che usiamo nel nostro quotidiano devono essere accuratamente scelti. Fondamentale è leggere gli ingredienti prima di un eventuale acquisto. Perfetto mantenere la pelle sempre ben idratata e preferire formule lenitive che non aggrediscano la nostra epidermide. Anche gli uomini possono manifestare questo problema, magari in periodi di lavoro particolarmente stressanti. Attenzione quindi allo stress che può regalarci antiestetici foruncoli. In certi momenti della nostra vita tendiamo a produrre più androgeni e questi vanno a stuzzicare le ghiandole sebacee che, stimolate, apportano una maggiore quantità di sebo. Negli Stati Uniti l’acne tardiva è anche chiamata acne delle donne in carriera, proprio per sottolineare come lo stress possa peggiorare la situazione. Solo in Europa il 48% delle donne tra i 30 e i 49 anni soffre di questa patologia. Una visita dal ginecologo sarebbe consigliabile, sia per controllare lo stato ormonale, sia per escludere la possibilità di un ovaio policistico che è spesso una delle cause di acne in età matura.