L’alimentazione alleata del nostro cervello

Il nostro cervello ha bisogno di ricaricarsi a tavola con un’alimentazione ricca di alimenti in grado di stimolare la concentrazione e potenziare la memoria. Scopriamo i principali cibi alleati dei neuroni

Il cervello si può stimolare e riattivare a tavola seguendo un’alimentazione sana ed equilibrata alleata dei nostri neuroni.

Purtroppo ci sono periodi in cui la concentrazione si affievolisce a causa di fattori come la stanchezza, la mancanza di riposo e sonno, uno stille di vita frenetico. Numerosi studi scientifici sostengono che nutrire bene il cervello potenzi il funzionamento del nostro organismo. Di conseguenza si assiste ad un potenziamento della performance nelle attività che si svolgono quotidianamente.

Attraverso il cibo forniamo la giusta energia al cervello che si nutre principalmente di glucosio. Esso è una molecola che si ricava dalla metabolizzazione delle proteine, dei carboidrati e degli zuccheri assunti tramite i pasti quotidiani. Alcuni alimenti più degli altri consentono di mantenere attiva la funzione cerebrale rispetto ad altri.

Un recente studio dell’Università di Edimburgo ha sostenuto il ruolo della dieta mediterranea nel potenziamento della memoria e ringiovanimento del cervello. Si è dimostrato tramite risonanza magnetica che il cervello degli anziani che lungo il corso della loro esistenza avevano adottato la dieta mediterranea si restringeva di meno. Chi invece non l’adotta rischia di perdere circa lo 0,5 % di volume cerebrale.

Ecco gli alimenti, alleati del nostro cervello:

1. Cavoli e broccoli: sono tra gli ortaggi più efficaci per potenziare la memoria, anche verbale. Merito soprattutto dell’alto contenuto di vitamina C e le vitamine del gruppo B. Esse riducono il livello nel sangue di omocisteina, una sostanza responsabile dei deficit cognitivi e del morbo di Alzheimer;

2. Cereali integrali: fonti preziosi di Vitamina B1, essenziale per produrre acetilcolina che consente di immagazzinare nuove informazioni. Sono ricchi anche di vitamina E che insieme alla B12 migliora il metabolismo del rame riducendo il rischio di Alzheimer;

3. Mirtilli: ricchi di antocianine, gli antiossidanti che rinforzano i vasi sanguigni e stimolano l’afflusso di sangue al cervello. Sono efficaci per potenziare la memoria a breve termine;

4. Pomodori: contengono il licopene, un super antiossidante che ottimizza le funzioni cerebrali. Sono anche antitumorali;

5. Noci: la cui forma non a caso richiama quella del cervello. Apportano omega-3 e omega-6, vitamine E e B;

6. Uova: contengono la colina che è necessaria per costruire le membrane cellulari dei neuroni e per trasmettere gli impulsi nervosi. Il loro tuorlo è fonte di vitamina E;

7. Thè verde: contiene polifenoli dalle proprietà anticancro e neuroprotettive. Berne due tazze al giorno dimezza il rischio di avere problemi cognitivi.