L'allarme dei medici: no al cibo nei contenitori di plastica per i bambini

American Academy of Pediatrics sottolinea il rischio tossico per i più piccoli

L’altolà dell’American Academy of Pediatrics sui contenitori di plastica per il cibo dei bambini. Già, perché secondo una ricerca quelle scatole contengono un rischio potenzialmente nocivo per colpa delle tossine che si possono sprigionare e poi entrare nel sistema sanguigno dei bambini, influenzandone gli ormoni. Insomma, si rischia un impatto negativo sul loro sviluppo.

Genitori, fate attenzione. E preferite alla plastica il caro vecchio vetro o l’acciaio, due materiali che – seppur maggiormente costosi – riducono di molto l’esposizione dei più piccoli alle sostanze chimiche nemiche dell’organismo dei loro pargoli.

Nel mirino degli esperti che hanno stilato il rapporto, come scrive Greenstyle, ci sono soprattutto i nitrati, i ftalati, il perclorato, il Pfc e il Bpa. Quest’ultima è proprio la sostanza adoperata per indurire la plastica stessa. Inoltre gli studiosi mettono in guardia anche le donne in stato di gravidanza, dal momento che le particelle potrebbero colpire i bambini ancora in pancia.