L'allarme dei medici sull'alcol: "Bevande alcoliche provocano tumori"

Il dossier dei gastroenterologi europei correla il consumo di alcol e l'aumento dei tumori all'apparato digerente

"L'acqua fa male, il vino fa cantare". Il famoso detto forse non è così corretto, soprattutto in Europa, dove dopo i 15 anni si bevono fino a 9 litri di alcol all'anno. Un alto consumo che ci porterà ad un aumento dei tumori all'apparato digerente.

Secondo quanto scrive La Stampa, infatti, l'eccessivo consumo di bevande alcoliche nel Vecchio Continente avrà delle drammatiche conseguenze nelle statistiche tumorali nazionali. Ce n'è per tutti: i consumatori moderati rischiano problemi al colon-retto; i forti bevitori anche all’esofago, allo stomaco, al fegato e al pancreas. Non solo. L'alcol infatti avrebbe un ruolo anche nelle neoplasie del cavo orale, della faringe e della laringe.

A mettere nero su bianco i rischi sono stati i gastroenterologi europei, che hanno firmato un rapporto in cui si mette in corrazione il consumo di bevande alcoliche al rischio oncologico del tratto digestivo. "I problemi di salute correlati al consumo di bevande alcoliche rappresentano una priorità per l’Europa: sia sul piano sociale sia culturale - afferma Markus Peck, come riportato dalla Stampa - Bisogna ridurre l’accesso per prevenire il futuro aumento delle vittime, che di questo passo risulterà inevitabile".

Secondo le statistiche, infatti, i cittadini europei non sono cansapevoli dei rischi onclologici conseguenza del consumo di alcol. E così bevono, senza pensare. Eppure, sottolinea La Stampa, "il Codice europeo contro il Cancro, redatto dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (Iarc) di Lione riconosce come cancerogene certe per l’uomo".

Difficile dire quale sia il limite oltre il quale vino e birra diventano dannosi. È vero che un bicchiere al giorno aiuta a stare meglio, come sostengono alcuni? Secondo i gastroenterologi no. Tutte le bevande alcoliche avrebbero lo stesso effetto, anche se è vero che all'aumentare del consumo aumenta anche il rischio di contrarre il tumore. Non solo. Gli esperti infatti non escludono che un ruolo possa averlo anche il vino di bassa qualità, oggi molto in voga nelle tavole europee. Un vino "che potrebbe contenere al suo interno altre sostanze dannose".

E così i gastroenterologi chiedono un aumento delle tasse sulle bevande alcoliche e maggiore informazione verso i cittadini. Ignari che il vino non fa solo cantare. Fa anche male.

Commenti

FRANCOSANNA

Gio, 20/07/2017 - 22:44

forse a voi da alla testa l'astemismo cari medici. chissà perché tutto il mondo stà studiando la longevità dei sardi. eppure siamo il popolo che consuma più birra e vino di tutti. non è che volete fare pubblicità alla coca cola per caso?

FRANCOSANNA

Gio, 20/07/2017 - 22:47

ah ecco svelato il segreto, chiedono un'aumento delle tasse sulle bevande alcoliche. ma andate a quel paese.....

Luigi Farinelli

Gio, 20/07/2017 - 23:38

Ci stanno appestando con le scie chimiche con bario e alluminio (governo, pseudo-ecologisti e mondialisti massoni lo sanno, ma stanno zitti: ti fanno passare per complottista) ma questi vanno a trovare il pelo nel vino e nella birra. Quale altra multinazionale del cavolo ha finanziato questa nuova idiozia? Cosa aspetta il Governo a informare i cittadini sullo scopo dell'immissione di sostanze nocive nell'atmosfera? Propagandare la bufala del riscaldamento "antropico" va bene, salvaguardare VERAMENTE la salute dei cittadini no? Perché nessuna notizia dell'intervento del Nobel per la Fisica Rubbia che ha sputtanato in commissione Ambiente del Senato la truffa del riscaldamento da CO2? Perché gli interventi di Zichichi, Presidente dell'associaz. mondiale scienziati, sullo stesso tenore, sono stati censurati? Cosa distingue l'attuale livello dell'informazione da quella di uno Stato totalitario?

Popi46

Ven, 21/07/2017 - 07:28

Ma non diciamo c.....e,per favore!

colomparo

Ven, 21/07/2017 - 10:57

Esiste un detto molto saggio: DOSIS SOLA VENENUM FACIT. A dispetto delle tante pubblicazioni pseudoscientifiche va detto che l'aspettativa di vita è aumentata di tanto e gli italiani sono fra i più longevi del mondo !! Per l'UE invece dovremmo bere solo acqua, nutrirci di insetti e magari andare al pascolo con i vegani per rimuginare l'erba insieme alle mucche.... Che tristezza !!

Fjr

Ven, 21/07/2017 - 12:18

In vino veritas e in birra? Pure