Il legame tra intestino irritabile e problemi alla vista

Esiste un legame tra intestino irritabile e patologie visive come il glaucoma. Lo conferma uno studio pubblicato sulla rivista scientifica The Ocular Surface. Sulla superficie oculare infatti coesistono ben 221 tipologie di batteri

Recenti studi hanno dimostrato che tra intestino irritabile e problemi alla vista vi è un legame significativo.

L’argomento è stato discusso con molto interesse da parte della comunità scientifica, nel Sesto Congresso su Nutraceutica e Occhio. Esso si è svolto a Roma con il patrocinio sella Società Italiana Nutraceutica SiNut. Dall’incontro è emerso che anche gli occhi hanno i loro batteri che popolano numerosi la sua superficie.

Chi soffre di intestino irritabile riscontra spesso delle irritazioni alla superficie oculare. Un recentissimo studio pubblicato sulla rivista The Ocular Surface ha confermato che nell'occhio umano coesistono numerosi microhabitat batterici. La loro composizione riflette i livelli di esposizione all'ambiente esterno. Sono all’incirca 221 i tipi di batteri che popolano la superficie oculare. Il più comune è il Corynebacterium, seguito da Staphylococcus, Streptococcus, Acinetobacter e Pseudomonas.

Quando l’intestino ha problemi può verificarsi maggiormente l'insorgenza di alcune patologie dell'occhio come il famigerato glaucoma. A fare da filo conduttore è la presenza di uno stato infiammatorio che colpisce sia l’intestino che la superficie oculare. Nella sua forma acuta il glaucoma è una malattia infiammatoria e neurodegenerativa. Considerato al pari di Alzheimer, il Parkinson o la SLA. Sono infatti tutte malattie accomunate dall’invecchiamento precoce e dalla conseguente degenerazione dei neuroni.

Attraverso l’utilizzo dei nutraceutici è possibile contrastare lo stress ossidativo che è alla base di patologie a danno della vista come appunto il glaucoma. I nutraceutici sono quei principi nutritivi contenuti negli alimenti che hanno effetti benefici sulla salute. In particolare il Coenzima Q10 si è dimostrato efficace. Si tratta di una molecola che viene prodotta anche dal nostro organismo ma purtroppo i livelli di Coenzima Q10 nella retina umana si riducono del 40% con l’età. Ha proprietà benefiche ed effetti protettivi duraturi.