L'influenza colpirà 6 milioni di italiani: le regole di prevenzione

Dal mese di ottobre sarà disponibile il vaccino che il Servizio Sanitario Nazionale consiglia caldamente ad alcune categorie di persone

Sarà particolarmente insidiosa l'influenza quest'anno e metterà a letto sei milioni di italiani. A lanciare l'allarme è Maria Triassi, professoressa di igiene generale e applicata all'Università Federico II di Napoli. A questi sei milioni, si aggiungeranno altri 8milioni che sperimenteranno le conseguenze delle cosidette forme para-influenzali. I virus più pericolosi sono le nuove varianti di virus A, H3N2, H1N1 e i virus B/Colorado e B/Phuket. Si parla di influenza quando compaiono contemporaneamente sintomi quali febbre superiore a 38/38,5º, infezione alle vie respiratorie e dolori osteoarticolari. Le forme para-influenzali, invece, colpiscono in genere la gola e l'intestino. Dal mese di ottobre sarà disponibile il vaccino che, il Servizio Sanitario Nazionale, consiglia caldamente ad alcune categorie di persone per le quali, tra l'altro, esso è gratuito:

- Soggetti con più di 65 anni;

- Bambini di età superiore ai 6 mesi;

- Individui affetti da malattie croniche (respiratorie, cardiocircolatorie, ematologiche, immunologiche, epatiche, tumorali);

- Persone obese;

- Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico;

- Donne incinte;

- Medici e personale sanitario di assistenza;

- Familiari che vivono con pazienti ad alto rischio;

- Donatori di sangue.

Esistono alcuni atteggiamenti che possono abbassare significativamente il rischio di sviluppare l'influenza. Inanzitutto lavarsi le mani in maniera corretta e più volte al giorno. Indispensabile, poi, evitare quanto più possibile di stare a contatto con chi è già contagiato. In casa è buona norma di igiene arieggiare le stanze, così come sostituire spesso la biancheria. Un vero e proprio pericolo è rappresentato poi dagli sbalzi di temperatura che rendono meno efficienti le difese immunitarie, specie delle prime vie respiratorie e dell'intestino. Una rimedio efficace è il cosiddetto vestiario a cipolla. Sovrapporre strati di vestiti consente, infatti, di essere sempre pronti ad affrontare qualsiasi temperatura. Non frequentare luoghi chiusi o molto affollati è quasi impossibile. Tuttavia una volta scesi dai mezzi pubblici è bene utilizzare gel disinfettanti. Durante il viaggio, invece, sarebbe meglio non toccare le mucose di bocca, naso e occhi.