Mal di gola? Ecco cosa mangiare

Il mal di gola è il malanno stagionale più diffuso. Fare il pieno di vitamine e sali minerali con un’infiammazione di questo tipo è importante. Scopriamo quali sono i cibi da preferire e quelli da evitare

Il mal di gola è tra i malanni stagionali quello più temuto.

È uno dei disturbi infiammatori più comuni a tutte le età, soprattutto nel periodo a cavallo tra autunno e inverno. Fra le cause ci sono il proliferare dei germi che provocano le classiche malattie da raffreddamento, ma anche altri fattori tra cui la forte escursione termica tra esterni e interni. Fare il carico di vitamine e sali minerali è particolarmente importante per combattere un’infezione come questa.

A tavola quando si ha il mal di gola non deve mai mancare la frutta. Da preferire sono le banane, facili da deglutire e ricche di potassio e vitamina C. Anche due ortaggi come aglio e cipolla possono rivelarsi molto utili. Il primo svolge un’azione antimicrobica una naturale. Mentre il secondo ha una benefica azione vaso dilatante che consente l’eliminazione del catarro. Da evitare invece sono latte e latticini che possono stimolare la produzione di catarro. Essi inoltre limitano l’assorbimento degli antibiotici soprattutto quando il mal di gola è di origine batterica.

Quando la gola è troppo infiammata spezie come il peperoncino, il pepe o il curry potrebbero intensificare il senso di irritazione. Un falso mito su cosa assumere con il mal di gola vi sono le tisane, il brodo e tè bollenti. Essi servono ad idratare ma l’infiammazione trova giovamento solo da liquidi tiepidi o freddi. Da evitare anche gli alcolici che potrebbero interferire negativamente con gli antibiotici rallentando o riducendo gli effetti.

Ecco la lista dei cibi benefici per il mal di gola:

- il succo di limone: bere un bel bicchiere di acqua tiepida ha un effetto disinfettante. Serve al cavo orale e ci permette di rimanere idratati. Ottimo anche da usare per fare i gargarismi che servono per lenire efficacemente l’infiammazione;

- lo zenzero: utile antinfiammatorio naturale. Da usare in caso di influenza. Bere una tisana di zenzero aiuta a spegnere il mal di gola. Prezioso anche per contrastare la nausea. È in grado di aumentare le difese immunitarie;

- Il miele: svolge una funzione mucolitica. È utile infatti per ammorbidire le mucose del cavo orale soprattutto se infiammate. Si consiglia di scegliere tra le tante tipologie che si trovano in commercio quello integrale;

- brodo di pollo: fonte di preziosi liquidi, proteine animali di buona qualità, vitamine e sali minerali. Se vengono cotte anche le ossa del pollo diventa ricco del prezioso collagene. Rimedio utilizzato dalle nonne per combattere l’influenza;

- la liquirizia: la radice di liquirizia rafforza le difese dell’organismo. L’estratto invece usato per preparare gargarismi è utile per abbassare l’infiammazione.