Quel morso doloroso al ghiacciolo. Come spazzolare i denti

La pressione eccessiva dello spazzolino fa aprire le setole con conseguente danno allo smalto e alle gengive

Tanti amici e pazienti riferiscono di aver fastidio o addirittura male quando inspirano aria fredda o mangiano cose fredde. Iniziano allora una serie di escamotage per ovviare il problema: bere acqua a temperatura ambiente, lavarsi i denti con acqua tiepida, evitare gelati o ghiaccioli. La prima preoccupazione è la carie... Alt! Non pensiamo sempre al peggio. Una visita specialistica potrà chiarire la natura di questo «fastidio». Spesso questo disturbo è legato a una tecnica di spazzolamento dei denti errata che viene effettuata con movimenti orizzontali. Questi movimenti solitamente effettuati con una pressione eccessiva fanno aprire le setole dello spazzolino con conseguente danno allo smalto e alle gengive.

Le setole dello spazzolino devono iniziare a rovinarsi dopo tre mesi ed è solo allora che lo spazzolino va cambiato. Si creano allora a livello dei colletti dentari delle erosioni dello smalto indotte dall'azione dello spazzolino. L'assottigliamento dello smalto fa sì che gli stimoli termici siano percepiti come fastidiosi perché uno strato di protezione del dente viene meno. Esistono diversi tipi di trattamento di questa problematica, ma il primo step fondamentale è quello di rieducare la tecnica di spazzolamento con l'igienista dentale per evitare che il problemi perduri o peggiori. Si potranno poi optare per diverse soluzioni in base alla gravità funzionale ed estetica delle erosioni. Queste vanno dall'utilizzo di balsami a base di sali minerali e fluoro, otturazioni che sigillano le erosioni, fino a interventi di chirurgia plastica gengivale per ripristinare funzione ed estetica dei denti coinvolti. Con l'avvicinarsi dell'estate si potrà cosi godere di un buon ghiacciolo alla frutta senza dover strizzare gli occhi o torcere il naso per il mal di denti..

Jason Motta Jones
Prof. a c. Università di Milano

www.studiomottarossi.it