Oms: “Stress da lavoro è una sindrome”

Dopo decenni di studi, l’Agenzia speciale dellʼOnu per la salute riconosce il "burnout", lo stress da lavoro o da disoccupazione, come sindrome e fornisce direttive ai medici per diagnosticarla

Il “burnout”, lo stress da lavoro o da disoccupazione, è stato riconosciuto ufficialmente come sindrome. È quanto ha stabilito l'Oms, Organizzazione mondiale della sanità, dopo decenni di accurati studi. L'agenzia dell'Onu, inoltre, ha anche fornito ai medici le direttive per diagnosticarla.

Secondo queste linee guida, infatti, i sintomi riscontabili nei pazienti sono tre: la mancanza di energia o spossatezza, isolamento dal lavoro o sensazioni di negatività, diminuzione dell'efficacia professionale.

Inizialmente l'Agenzia aveva lasciato intendere che si trattasse invece di una patologia dopo averlo inserito erroneamente per la prima vota nell'elenco delle malattie. Poi, la stessa Oms ha aggiustato il tiro specificando che il burnout resta un fenomeno occupazionale (o stress da lavoro) per il quale si può cercare una cura ma non è una condizione medica.

L'Oms definisce il burnout "una sindrome concettualizzata come conseguenza di stress cronico sul posto di lavoro non gestito con successo". Secondo la classificazione, il burnout si riferisce solo ai fenomeni nel contesto occupazionale e, per questo, non dovrebbe essere applicato per descrivere sintomatologie in altri ambiti della vita.

L'Agenzia ha anche specificato che prima di diagnosticare il burnout occorre anche escludere altri disturbi che presentano sintomi simili come il disturbo dell'adattamento, l'ansia o la depressione.

Commenti
Ritratto di Walhall

Walhall

Mar, 28/05/2019 - 20:36

È un grande bluff, solo falsa propaganda. Passando casualmente davanti ad alcune agenzie di lavoro interinale, curiosando tra le varie offerte esposte in bacheca, sovente ho potuto leggere: "si richiede resistenza allo stress". Se lo stress è considerato alla stregua di una malattia, perché chiedere di ammalarsi? La risposta è alquanto semplice: non siete figlie e figli di chi offre quei lavori.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 28/05/2019 - 22:13

Ne approfitteranno tutti. Povere casse dello Stato.

Popi46

Mer, 29/05/2019 - 06:49

Ai miei tempi, i sintomi elencati erano fondamentali per diagnosticare il male oscuro, cioè la depressione, che è patologia endogena ad etiologia sconosciuta e non conseguenza di insoddisfazioni legate a cause individuabili, come ad es, un lavoro ripetitivo all’infinito o pericoloso o poco remunerativo. Evidentemente per l’OMS tutte le scuse possono essere buone...

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 29/05/2019 - 08:19

sicuramente, ripeto, sicuramente al SUD saranno TUTTI Stressati.... sopratutto TUTTI quelli che lavorano a nero e prendereanno il reddito di cittadinanza.... quelli saranno STRESSATISSIMi !!!!!!!!!!!!! ps miserie