Come prendersi cura dei capelli quando fa freddo

Anche in inverno i nostri capelli richiedono cure speciali. Le temperature basse, il vento e l’umidità possono danneggiarli e renderli aridi, sfibrati e spenti. Ecco dei semplici accorgimenti per curarli efficacemente

Molti non sanno che i nostri capelli necessitano di una cura speciale anche in inverno.

D’inverno dovremmo proteggere la nostra chioma dal freddo, dagli sbalzi di temperatura, dall’aria secca e dall’umidità. Questi fattori contribuiscono purtroppo a rendere i nostri capelli aridi, secchi e spenti. Inoltre non bisogna mai dimenticare che la bellezza della nostra capigliatura dipende dalla sua salute e quindi dall’alimentazione e dall’utilizzo di prodotti adeguati.

Ci sono tuttavia anche dei piccoli accorgimenti che ci posso aiutare a gestire la chioma nel periodo invernale:

- Attenzione al cappello: l’uso smodato del copricapo può far soffrire sia il cuoio capelluto che i capelli. Nella scelta dei cappelli bisogna fare attenzione al materiale e alla grandezza. Se è troppo stretto schiaccia i capelli e soffoca la cute, che irritandosi, produrrà più sebo. Per quanto riguarda il materiale, sarebbero da evitare i grossi cappelli di lana. Spesso provocano fastidiosi pruriti ed elettrizzano le lunghezze. Si consigliano invece copricapi di cotone e fibre naturali. Togliete sempre il cappello quando siete al chiuso, così contribuirete a far respirare la cute;

- Stop all’effetto elettrostatico: è un inconveniente determinato principalmente dall’aria secca e dal vento, ma anche dal costante contatto dei capelli con giacche, sciarpe e cappelli. La carica di elettricità e il continuo sfregamento sugli indumenti li sfibra e ne provoca la rottura. La soluzione in questo caso è utilizzare prodotti molto idratanti e nutrienti. Il loro scopo è quello di proteggere la fibra capillare dagli stress atmosferici e meccanici;

- Salvaguardare il colore: durante i mesi freddi il colore tende a sbiadire e l’effetto secco è sempre dietro l’angolo. La colpa principale è dell’alta temperatura dell’acqua con cui laviamo i capelli. Essa crea uno shock termico che apre le cuticole. Di conseguenza esse non riescono a riflettere più la luce. Il risultato è un colore sbiadito ed opaco. L’accorgimento naturale è utilizzare sempre acqua tiepida durante lo shampoo e leggermente più fredda in fase di risciacquo. L’acqua troppo calda tende anche ad irritare la cute, che per difendersi produrrà più sebo con la conseguenza che i capelli saranno più unti;

- Seguire un’alimentazione sana: la nostra chioma può essere resa più forte e resistente anche a tavola. Via libera a salmone, carne rossa e uova. Sono i super cibi che riforniscono il nostro organismo di cistina e lisina, due amminoacidi che compongono la preziosa cheratina, di cui sono fatti i nostri capelli. Fate incetta di zucca, broccoli e spinaci che forniscono sali minerali e vitamine antiossidanti. Sì alla frutta di stagione e in particolare al Kiwi, ricco di vitamina C, ma anche alla frutta secca, come mandorle e noci generose dispensatrici di vitamina E che ossigena il cuoio capelluto donando lucentezza alla chioma.